Italia, Vialli sarà capo delegazione: “Bello rientrare in questa routine, rispondo bene alle cure. Sulla Samp…”

Italia, Vialli sarà capo delegazione: “Bello rientrare in questa routine, rispondo bene alle cure. Sulla Samp…”

Le parole dell’ex attaccante che tornerà ad affiancare Mancini in azzurro, come un tempo

di Redazione ITASportPress

Gianluca Vialli di nuovo al fianco di Roberto Mancini, come in campo ai tempi della Sampdoria e in Nazionale. Ecco, i due ex attaccanti si ritrovano proprio in ambito Italia: Vialli entra nello staff azzurro ricoprendo il ruolo di capo delegazione, dicendo quindi sì alla proposta del presidente della Federcalcio Gabriele Gravina: “Mi sento bene, sto proseguendo le cure e i risultati sono positivi – ha detto l’ex opinionista di Sky Sport -, per questo motivo non ha senso che io non continui a fare la mia vita di tutti i giorni. Ringrazio Gravina per avermi aspettato, nei prossimi giorni vedremo quale sarà il mio contributo”.

E ancora: “Da parte mia a livello di salute non c’è nessun problema, mi sento una persona migliore. Spero che neppure da altri ci sia qualche tipo di condizionamento: quando arriverà una sconfitta, con la speranza che non capiti mai, la mia salute non dovrà incidere. Bello rientrare in un certo tipo di routine, ero un po’ arrugginito da questo punto di vista”.

Invece, Vialli ha detto così sul mancato acquisto della Sampdoria: “Semplicemente è mancato un accordo sul prezzo, non è colpa di nessuno: chi vende ha un’idea, chi compra ne ha un’altra. Impossibile trovare un punto d’incontro, mi spiace se questa cosa abbia condizionato i risultati sul campo dei blucerchiati. Non so rispondere al fatto se questo discorso possa riaprirsi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy