Nations League

Italia, nazionali in raduno ad Appiano Gentile

(Getty Images)

Per la semifinale con le Furie Rosse già venduti 33.000 biglietti

Redazione ITASportPress

Inizia stasera con il raduno in programma al Suning Training Centre di Appiano Gentile la marcia di avvicinamento della Nazionale alla fase finale della UEFA Nations League. Da domani gli Azzurri inizieranno a preparare la sfida di mercoledì con la Spagna, replay della semifinale di EURO 2020 che vide l’Italia superare le Furie Rosse ai calci di rigore dopo una partita sofferta, probabilmente la più complicata nella trionfale cavalcata europea. Sono 33.000 i biglietti già venduti per il match, ne restano circa 1.000 a disposizione dei tifosi, che avranno tempo per acquistare i tagliandi fino alla serata di domani sul sito uefa.com.

Per la fase finale di Nations League Mancini dovrà fare a meno di Ciro Immobile: l’attaccante della Lazio, infortunatosi giovedì in occasione della gara di Europa League con la Lokomotiv Mosca, non potrà rispondere alla convocazione. La FIGC ha trasmesso alla UEFA la documentazione relativa all’indisponibilità di Immobile e la richiesta di sostituirlo con Moise Kean nella lista dei 23 convocati.

ITALIA-SPAGNA. Sono 38 gli incontri tra Italia e Spagna: 11 le vittorie dell’Italia, 16 i pareggi, 11 le vittorie spagnole (44 a 41 le reti realizzate). Nel computo dei precedenti in Italia, Azzurri in vantaggio 5/2 con 8 pareggi, negativo invece il saldo in trasferta (6/1 per gli iberici). Sarà la 58a gara dell’Italia a Milano, città Natale della Nazionale (qui il 15 maggio 1910, all’Arena Civica, fece il suo esordio vincendo 6-2 sulla Francia) e del mito Azzurro (nel 1911 contro l’Ungheria, la prima maglia azzurra con scudetto sabaudo cucito sul petto dopo le prime uscite in maglia bianca). A Milano l’Italia non perde da 93 anni ed è imbattuta nelle 28 gare disputate allo Stadio di San Siro poi 'Meazza', dove però nelle ultime 5 uscite ha raccolto 5 pareggi, compreso quello con la Svezia che costò la qualificazione ai Mondiali 2018. Il digiuno da vittorie al Meazza dura ormai da 9 anni: l’ultima vittoria risale al 16 ottobre 2012, 3-1 alla Danimarca (gol di Montolivo, De Rossi e Balotelli). Italia-Spagna a Milano si è già giocata 3 volte: 2 pareggi (1924 e 1980) e una vittoria italiana (4-0, nel 1942).

RECORD AZZURRI. Con la vittoria sulla Lituania, l’Italia ha stabilito un altro record, quello della serie di imbattibilità più lunga della storia del calcio a livello di Nazionali: 37 gare senza sconfitta, meglio della Spagna 2007-2009 (35) e del Brasile 1993-1995 (35, ma con un’altra gara non ufficiale non conteggiata). L’ennesimo record a livello mondiale stabilito in questi 3 anni e mezzo da Mancini, oltre alla serie più lunga senza subìre reti (1168’, battuto il precedente sempre dell’Italia del 1974, 1134’) e le 15 gare vinte di fila tra qualificazioni e fase finale degli Europei, anche qui prima volta per una Nazionale. E poi altri primati nel confronto con la storia Azzurra: le 13 vittorie consecutive (da novembre 2020 a luglio 2021) serie migliore di quelle di Pozzo e Lippi; le 22 gare senza ko in casa, che migliorano la serie italiana stabilita da Bearzot (21); 98 i punti conquistati in 42 gare, frutto di 29 vittorie (13 di fila a luglio 2021, nuovo record all time), 11 pareggi e 2 sconfitte, con una media di 2,33 a gara, che rappresentano il miglior score della storia della Nazionale, davanti a Pozzo (2,16) e Sacchi (2,13). A livello generale, infine, l’Italia di Mancini ha recuperato 15 posti nel ranking dal maggio 2018 (dal 20° al 5° posto) e ha incrementato la striscia di 61 partite ufficiali in casa senza sconfitta (escluse le amichevoli): dall’8 settembre 1999, 2-3 con la Danimarca a Napoli nelle qualificazioni per Euro 2000, l’Italia ha collezionato in questo tipo di gare 46 vittorie e 13 pareggi.

In 3 anni, Mancini ha puntato su un gruppo di 78 convocati, dei quali 68 schierati (il più impiegato è Bonucci con 34 presenze, 2.915’, seguito da Jorginho con 33 presenze ma più minuti in campo 2.952’), con 36 esordienti, l’ultimo Scamacca a settembre. A livello individuale, ottenuti altri record: Bonucci è il calciatore italiano con più presenze agli Europei (18, Buffon e Chiellini a 17), Chiellini supera Zoff (113 presenze) ed è 6° nella classifica all time delle presenze in Nazionale. Immobile (16 reti) è il calciatore in attività più prolifico in Nazionale.

L’elenco dei convocati

Portieri: Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Alex Meret (Napoli), Salvatore Sirigu (Genoa);

Difensori: Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Lione), Rafael Toloi (Atalanta);

Centrocampisti: Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Marco Verratti (Paris Saint Germain);

Attaccanti: Domenico Berardi (Sassuolo), Federico Bernardeschi (Juventus), Federico Chiesa (Juventus), Lorenzo Insigne (Napoli), *Moise Kean (Juventus), Giacomo Raspadori (Sassuolo).

 Kean (getty images)
tutte le notizie di