Neymar: “Ho già vinto la Champions e spero di rifarlo col Psg. Feste? Se si pensa solo al calcio si impazzisce…”

O’Ney si racconta tra passato, presente e futuro

di Redazione ITASportPress
Neymar

Aveva fissato i suoi obiettivi anche pubblicamente via social, ora Neymar ribadisce i suoi desideri per il futuro e si racconta in modo ancora più approfondito in una bella intervista a Sportsmail in cui si sofferma anche sul suo futuro e sul suo stile di vita e più in generale su quello di un calciatore professionista.

Neymar: “Sogno di nuovo la Champions”

Neymar
Neymar (Psg Twitter)

La stella del Paris Saint-Germain ha parlato della sua vita da calciatore, dei suoi obiettivi e di ciò che lo spinge a cercare nuovi successi: “Non sono le sconfitte che mi motivano a fare meglio, ma le vittorie”, ha spiegato Neymar. “Sono motivato dai successi avuti in carriera e dalla voglia di ripetermi. So cosa significa vincere una Champions League e sono convinto che raggiungerò ancora la finale col Psg. Allo stesso tempo voglio vincere il mondiale col Brasile”.

Sulla possibilità di vederlo un giorno magari in Premier League: “Non riesco a guardare molte partite del campionato inglese, devo dire la verità. Ma ho sentito che ci sono tanti falli e contrasti molto fisici. Diciamo che mi bastano quelli della Ligue 1 che è altrettanto fisica”. E ancora: “Londra mi piace. È una delle città che amo di più al mondo per la sua cultura ma non posso dire con certezza che andrei a viverci”.

Spesso criticato per alcuni atteggiamento extra campo fuori dagli schemi, ed ultimamente per le sue “grandi feste”, Neymar ha sottolineato: “Se noi giocatori di calcio pensassimo solo alla nostra professione, non ce la faremmo si impazzirebbe. Dobbiamo avere tempo per divertirci e pensare ad altri argomenti, come chiunque altro. È naturale, è così che funziona il mondo. Tutti hanno bisogno di svago e anche noi calciatori. Certo, non possiamo fare certe cose che potrebbero mettere a rischio il nostro fisico, però abbiamo il diritto di pensare ad altro”.

Infine un pensiero per il futuro che riguarda anche i tanti fan e tifosi: “La pandemia di Covid ha cambiato molte cose. Ci ha costretti a pensare diversamente. Non vedo l’ora di poter tornare ad abbracciare tutti come prima”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy