ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

FISCHIETTO

Orsato racconta: “Piansi quando mi dissero che avrei arbitrato finale Champions”

Orsato (getty images)

L'arbitro si racconta a 360°

Redazione ITASportPress

Daniele Orsato, storico arbitro italiano, il "più vecchio al mondo" per sua stessa ammissione, ha parlato al Corriere Veneto raccontandosi a 360°. Dal sogno di infanzia di essere elettricista alle partite dirette in carriera, compresa una finale di Champions League, quella del 2022 tra Psg e Bayern Monaco.

CARRIERA - "Da ragazzino avevo la curiosità di sapere perché si accendeva la luce e il mio obiettivo era di diventare elettricista. Ho studiato al centro di formazione professionale di Trissino e poi ho trovato lavoro. Il primo giorno indossai la tuta blu e in mano avevo la cassetta degli attrezzi, uscii di casa e aspettai lungo la strada i colleghi che mi dovevano passare a prendere. Su quella strada, mentre aspettavo, pensai che il mio sogno lo avevo raggiunto", ha dett Orsato.

EMOZIONI - Da quel sogno raggiunto ad un altro che lo vede vestire i panni di arbitro. Non uno qualunque ma tra i migliori al mondo, tanto da dirigere la finale di Champions League 2020: "Mi stavo allenando a Recoaro quando mi arriva una videochiamata da Rossetti, designatore Uefa. Mi fa una domanda: Sei pronto per fare un’altra partita? Ma in quel periodo l’unica partita da giocare era la finale di Coppa tra Paris Saint-Germain e Bayern Monaco. Sono tornato a casa, mi sono seduto sul letto e ho pianto. Quando i miei figli mi hanno visto con le lacrime hanno capito subito che mi era stata assegnata la finale e ci siamo abbracciati. Devo dire che la notizia della designazione è stata un’emozione ancora più grande dell’arbitraggi".

OBIETTIVI - Sebbene l'età sia ormai avanzata per questo lavoro, Orsato non nasconde gli obiettivi futuri: "Diciamo che il mio obiettivo era di fare gli Europei e l’ho centrato e mi considero davvero soddisfatto. Oggi ho 46 anni e sono l’arbitro più vecchio al mondo anche se per risultanze tecniche e test atletici non ho problemi. [...]. Incrociamo le dita perché la prossima soddisfazione della mia carriera coincida con il mondiale in Qatar".

 Orsato (getty images)
tutte le notizie di