Palermo, Zamparini: “Lupo? Era senza grinta”

Palermo, Zamparini: “Lupo? Era senza grinta”

Il presidente rosanero spiega il cambio di direttore sportivo e la scelta di puntare su Valoti

di Redazione ITASportPress

Detta così, come appare nel titolo, sembra il più classico degli ossimori: “Lupo era senza grinta”. Scherzi a parte, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini non è riuscito a resistere alla tentazione di… esonerare qualcuno.

Così se il tecnico Bruno Tedino ha resistito alla crisi invernale, scacciata forse via con il 4-1 all’Ascoli, a saltare è stato il direttore sportivo Fabio Lupo, silurato da un giorno all’altro dopo essere stato anche elogiato da Zamparini nella prima parte della stagione.

Al posto dell’ex dirigente di Torino e Sampdoria è arrivato Aladino Valoti, ex centrocampista di Parma e Verona, padre del centrocampista dell’Hellas Mattia ed ex direttore sportivo di Albinoleffe e Sud Tirol.

Zamparini ha spiegato i perché della propria scelta al sito ufficiale del club rosanero: “Per la promozione in A o per i playoff serve una squadra al 100% dell’efficienza. Non ero in sintonia con un certo lavoro di mercato fatto a gennaio, e soprattutto non ero in sintonia con la mancanza di vicinanza del ds. Lupo non aveva la grinta necessaria, ho preso Valoti perché spero dia un contributo all’allenatore e ai giocatori. Valoti peraltro era già in lizza per giugno, poi non era potuto venire e puntai su Lupo”.

Non è chiaro a cosa serve un nuovo direttore sportivo a mercato chiuso, se non in vista della prossima stagione, ma intorno a Tedino sembra esserci aria di tutor…

Zamparini e il Palermo, una storia infinita

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy