Panucci racconta: “Nel 2006 niente Mondiale perché mandai a quel paese Lippi”

Panucci racconta: “Nel 2006 niente Mondiale perché mandai a quel paese Lippi”

L’ex difensore della Roma racconta il motivo della mancata convocazione al Mondiale del 2006.

di Redazione ITASportPress

Ci sono tanti trofei che un giocatore vorrebbe alzare e il mondiale è sicuramente uno di questi. L’ultimo l’Italia l’ha vinto nel 2006, dopo una cavalcata trionfale che ha condotto gli azzurri di Lippi a vincere in finale contro la Francia. Uno dei grandi assenti di quell’anno fu Christian Panucci.

VAI A QUEL PAESE – E’ lo stesso ex difensore di Milan, Real Madrid, Roma e Chelsea a raccontare il perché della sua mancata convocazione ai Mondiali di Germania. Queste le sue parole a Radio Radio: “Avevo carattere, non avevo un brutto carattere. Forse qualcuno dimentica che ho vinto 20 trofei, a 18 anni giocavo nel grande Milan, a 23 nel Real Madrid e poi al Chelsea e alla Roma. Capello mi ha sempre voluto con sé, l’unico con cui ho avuto problemi è Lippi: una volta lo mandai a cagare e ci rimisi i Mondiali. Ammetto di aver sbagliato all’Inter, ma anche Lippi aveva una gestione del gruppo davvero particolare: aveva problemi anche con altri giocatori e non solo con me“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy