Parma, D’Aversa: “Conte tra i migliori al mondo, ma dobbiamo provarci”

Parma, D’Aversa: “Conte tra i migliori al mondo, ma dobbiamo provarci”

L’allenatore dei crociati ha parlato alla vigilia della trasferta in casa dell’Inter: “Sapevamo che la nostra rosa era corta”

di Redazione ITASportPress
D'Aversa

Il Parma torna a sfidare l’Inter a San Siro poco più di un anno dopo il colpaccio firmato Federico Dimarco, ora tornato per fine prestito proprio ai nerazzurri.

Non è però solo questo dettaglio a rendere proibitiva la gara dei crociati contro la squadra di Conte, cui il tecnico emiliano D’Aversa è legato da un sentimento d’amicizia nato quando l’ex ct azzurro era vice allenatore al Siena con D’Aversa nella rosa dei bianconeri (stagione 2004-2005): “Sappiamo di affrontare una squadra molto forte, cercheremo di metterli in difficoltà – ha detto il tecnico italo-tedesco in conferenza stampa – Dobbiamo avere la convinzione di poter fare risultato, anche se ovviamente servirà anche che loro non siano al meglio. Conte è uno dei migliori allenatori al mondo, ha una squadra molto forte individualmente che è cresciuta grazie alle sue nozioni tattiche”.

Il numero degli infortunati aumenta e comprende anche Andreas Cornelius, mattatore contro il Genoa e a propria volta sostituto di Inglese: “Abbiamo numerosi assenti, ma chi andrà in campo sarà stimolato dalla possibilità di giocare contro un avversario forte. Metterò in campo una formazione equilibrata. Laurini e Inglese hanno avuto sfortuna, ma Roberto tornerà prima del previsto, mentre Cornelius si era fatto male in Nazionale, ma ce ne siamo accorti dopo. Sapevamo che la rosa era corta, ma indipendentemente da chi giochi dovremo essere bravi a mantenere la partita in equilibrio e fare entrambe le fasi”.

D’Aversa dà indicazioni sulla formazione: “Avendo cinque difensori immaginiamo lo schieramento dietro. Non avendo un centravanti di punta si può pensare a qualcuno con caratteristiche diverse. Kulusevski è un ruolo che ha fatto, bisogna ragionare anche sugli altri. Sia Sprocati che Karamoh meriterebbero di giocare: per Yann può essere una buona occasione avendo gli stimoli giusti in quanto ex”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy