Percassi, 10 anni di Atalanta: “Dalla B alla Champions percorso inimmaginabile”

Percassi, 10 anni di Atalanta: “Dalla B alla Champions percorso inimmaginabile”

Il patron della Dea ai canali ufficiali del club

di Redazione ITASportPress
Percassi

Antonio Percassi torna a parlare della sua Atalanta. 10 anni di presidenza per il patron nerazzurro che ai canali ufficiali della società su Youtube ha rilasciat alcune importanti dichiarazioni per analizzare questo suo cammino con la squadra di Bergamo.

INIMMAGINABILE – “3 giugno 2010 – 3 giugno 2020, mi aspettavo questi 10 anni così? Direi proprio di no. Siamo partiti dalla Serie B per arrivare alla Champions League. Credo sia stata una cosa inimmaginabile, abbiamo fatto anche oltre le previsioni. Arrivare in Champions è stato il non plus ultra”, ha detto Percassi. “Ho sempre detto che ogni anno partiamo per salvarci. pensare alla Champions è un sogno. Abbiamo rilanciato l’azienda facendo un bel lavoro ogni anno. Dove vogliamo arrivare? Questa è la nostra storia, la storia di una famiglia di supertifosi atalantini: mio figlio Luca nella sua gestione ha creato un contesto di manager all’altezza della situazione con grandi risultati, grazie al mister, a tutto lo staff tecnico e ai giocatori”. “Abbiamo fatto grandi lavori, come lo stadio. Poi vogliamo rendere Zingonia ancora più bella ed efficiente”.

LA PARTITA DEL CUORE – “Quale è stata la partita che mi è rimasta nel cuore? Il massimo della gioia è stata la vittoria fuori con lo Shakhtar a Kharkiv per qualificarci agli ottavi. Poi metto il secondo tempo a Milano contro il Manchester City da cui abbiamo tutto da imparare: ricordo la furbizia nel fermare il gioco dieci minuti dopo l’espulsione del portiere. Questo ci permette di imparare ancora. Ma quest’anno abbiamo fatto altre grandi gare. Contro il Milan contro l’Inter, anche contro la Juventus in Coppa Italia. Aldilà dei risultati abbiamo fatto molto bene. Futuro? Speriamo di salvarci (ride ndr)”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy