Quagliarella, incubo finito: 4 anni e 6 mesi di condanna per il suo stalker

Quagliarella, incubo finito: 4 anni e 6 mesi di condanna per il suo stalker

I giudici lo hanno ritenuto responsabile di atti persecutori, calunnia e sostituzione di persona nei confronti del calciatore

di Redazione ITASportPress

Si conclude finalmente la vicenda giudiziaria che per anni ha condizionato la carriera sportiva e la vita privata di Fabio Quagliarella. Lo stalker che lo ha perseguitato per anni è stato arrestato dalla polizia di Castellammare di Stabia, insieme ai Carabinieri di Santa Maria Capua Vetere.

Atti persecutori, calunnia e sostituzione di persona. Sono queste le accuse che hanno condannato a quattro anni e sei mesi di reclusione R. P., cinquantaquattrenne ex poliziotto (già sospeso dal servizio) che aveva perseguitato diversi professionisti tra i quali, appunto Fabio Quagliarella, attuale attaccante della Sampdoria. Come il bomber blucerchiato, altri imprenditori locali erano stati vittime del delinquente che si fingeva loro amico salvo poi perseguitarle con messaggi anonimi contenenti false accuse di pedofilia e collusione con la criminalità organizzata.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy