Razzismo anche in Ucraina: Taison reagisce e viene espulso

Razzismo anche in Ucraina: Taison reagisce e viene espulso

Brutto episodio durante Dinamo Kiev-Shakhtar Donetsk

di Redazione ITASportPress
Taison

La piaga del razzismo negli stadi sembra non conoscere confini.

Una settimana dopo il caso di Mario Balotelli esploso durante Verona-Brescia, con Super Mario che ha reagito stizzito agli insulti di una parte della tifoseria gialloblù, un caso analogo è avvenuto a Kiev durante il classico del campionato ucraino tra la Dinamo e lo Shakhtar Donetsk.

L’attaccante brasiliano della squadra ospite, Taison, è stato infatti bersagliato da insulti dei sostenitori di casa, fino a perdere la pazienza mostrando il dito medio per poi scagliare il pallone verso la tribuna dalla quale provenivano gli insulti.

L’arbitro non ha avuto pietà nei confronti di Taison, che è stato espulso abbandonando il campo tra le lacrime.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy