Real Madrid, la squadra si ribella a Zidane: “Non gioca chi merita”

Retroscena sul confronto tra i giocatori e l’allenatore francese per uscire dalla crisi

di Redazione ITASportPress

In conferenza stampa Zinedine Zidane ha provato a minimizzare il momento difficile che sta vivendo il Real Madrid, dribblando le domande di mercato e assumendosi la responsabilità dell’involuzione vissuta dalla squadra, distante 16 punti dal Barcellona, pur con una partita in meno.

Dopo la gara con il Celta, e prima di un giorno di riposo, all’interno dello spogliatoio c’è però stato un confronto tra squadra e tecnico per provare a capire cosa non fa e individuare il modo per provare a rendere meno amara una stagione iniziata con la conquista della Supercoppa di Spagna e quella Europea.

“Quando le cose non vanno conosco solo una ricetta, quella di lavorare – ha detto Zidane – Non è un problema solo fisico o di testa, ma entrambe le cose”.

Secondo quanto riportato durante “El Larguero”, trasmissione di Cadena SER, la riunione si è protratta ben oltre il previsto, avendo fatto cominciare l’allenamento con ben 53’ di ritardo. E se i leader dello spogliatoio come Sergio Ramos e Cristiano Ronaldo si sono confrontati con il tecnico, i più giovani si sarebbero lamentati con Zidane, colpevole di non dare spazio in partita ai giocatori che si allenano meglio durante la settimana. DI più: un giocatore, rimasto anonimo, avrebbe detto che la riunione, pur necessaria, “non è stata produttiva”. La tensione resta alta…

Cristiano Ronaldo, gol di spalla in allenamento

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy