Robinho trova accordo con il Sivasspor ma su di lui pesa una condanna per violenza sessuale

Il brasiliano torna in campo dopo le voci che lo volevano interessato all’acquisto del club turco

di Redazione ITASportPress

Trovato l’accordo tra i turchi del Sivasspor e Robinho. L’attaccante brasiliano ex Real Madrid e Milan è pronto per firmare con il club partecipante al massimo campionato turco, come annunciato dalla stessa società. Smentita, quindi, o comunque al momento ridimensionata la voce che voleva il brasiliano in trattativa per l’acquisto del club, confermata dal responsabile amministrativo del Sivasspor, Oray Bakal.

Robinho, che compirà 34 anni giovedì, riparte quindi dopo quasi un anno di stop seguito alla fine dell’esperienza biennale con l’Atletico Mineiro, con cui aveva vinto due campionati statali, e soprattutto due mesi dopo la condanna in primo grado a 9 mesi di carcere per un presunto caso di stupro risalente ai tempi del Milan. La nona sezione del tribunale di Milano, ha condannato Robinho, a nove anni di carcere per violenza sessuale di gruppo ai danni di una ragazza albanese, all’epoca dei fatti 22enne, avvenuta in una discoteca di Milano il 22 gennaio 2013. La violenza, secondo le indagini, è stata consumata da Robinho, che in quel periodo disputava la terza delle quattro stagioni in rossonero, con altre cinque persone. Robinho si era già trovato coinvolto in una vicenda simile: nel 2009, quando vestiva la maglia del Manchester City, era stato arrestato per stupro e in seguito prosciolto dall’accusa.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy