Roma, Pallotta: “Stadio? Il ‘Nuovo Colosseo’. Pensavo che il calcio fosse orribile”

Le parole del presidente giallorosso durante il convegno “Leaders in Sport – Meet Innovation” a Londra

di Redazione ITASportPress
Pallotta

Direttamente da Londra, durante il convegno “Leaders in Sport – Meet Innovation”, arrivano le parole di James Pallotta; ecco quanto dichiarato dal presidente della Roma:

STADIO – “Sarà il ‘Nuovo Colosseo’. Non puoi essere un brand mondiale senza possedere un proprio stadio. Tutti a Roma vogliono questo stadio, eccetto forse i tifosi della Lazio, ma loro ci andranno a giocare una volta all’anno”.

SICUREZZA – “Stiamo passando molto tempo nel decidere che tipo di misure di sicurezza ci saranno, che tipo di riconoscimento facciale useremo. Da qui a tre anni, le cose saranno diverse rispetto ad oggi. Chi ha mai assistito ad una partita in Italia? Sapete com’è un derby tra Roma e Lazio? Nel nord Italia non litigano molto, non è così, ma al sud, come Napoli, Roma, i problemi di sicurezza sono davvero significativi. Un anno e mezzo fa siamo andati dalla polizia, mi sono seduto ad un tavolo ed ho chiesto: ‘Perché non arrestate queste persone?’. Mi è stato aperto un fascicolo pieno di persone che avevano commesso qualcosa ma c’erano soltanto immagini sfocate. Quindi abbiamo chiesto di portare telecamere ad alta definizione all’interno, e le abbiamo comprate noi, anche se non siamo i proprietari dello stadio, per iniziare a vedere chi è che crea problemi”

CALCIO – “Fino a cinque anni fa pensavo che il calcio fosse uno sport orribile, non lo riuscivo a capire. Ora per il calcio sono fuori di testa. Ci sono tre miliardi di tifosi di calcio nel mondo e io vorrei che l’1% avesse la Roma come suo secondo team preferito, per tutte le cose che facciamo. Questo vorrebbe dire avere 30 milioni di fans e sono i numeri a cui dobbiamo ambire”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy