Romulo: “Ho scelto il Genoa per la sua tifoseria”

Il centrocampista italo-brasiliano ha spiegato i motivi dell’addio al Verona: “Nessuno mi ha chiamato per il rinnovo”

di Redazione ITASportPress

A margine della presentazione del proprio sito ufficiale, il centrocampista del Genoa Romulo ha ricordato l’inizio della propria ormai lunga carriera: “Fin da bambino sognavo di fare il calciatore. A 13 anni non avevo soldi per mangiare. Sognavo di dare una casa ai miei genitori, volevo dargli un futuro migliore. Guadagnavo poco, col mio stipendio non potevo fare tante cose, prendevo 20 euro al mese. Facevo tanti km nel fine settimana per andare a comprare profumi in Paraguay, lì costavano poco e potevo rivenderli in Brasile. Non ho mai mollato di un centimetro. Mia mamma era triste perché mi ero trasferito a 300 km per inseguire il mio sogno. Lei e mio papà non avevano soldi per fare nulla, ma gli sono grato”.

Quattro le maglie indossate in Italia. Fiorentina, Verona, Juventus e ora Genoa. Romulo è rimasto inevitabilmente attaccato ai colori gialloblù, ma dopo la seconda retrocessione in B è arrivato il distacco: “Nel 2015 incontrai la dirigenza del Marsiglia, ma poi ho deciso di restare a Verona per aiutarlo a tornare in A e ricambiare ciò che mi avevano dato. La scorsa estate però nessuno mi ha mai chiamato per rinnovare il contratto e ho scelto Genoa perché ha una bella tifoseria”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy