Ronaldinho, “rinascita” dopo la scarcerazione: guadagnati oltre 700 mila euro da collaborazioni pubblicitarie e musica

Dinho torna a sorridere dopo il brutto periodo vissuto

di Redazione ITASportPress
Ronaldinho

Non è stato un anno certamente positivio per Ronaldinho. L’ex asso brasiliano, con un passato in Italia al Milan, ha trascorso 171 giorni tra carcere e arresti domiciliari. Le immagini delle sue partitelle con gli altri detenuti avevano fatto il giro del web diventando presto virali. Dinho era stato fermato in Paraguay insieme al fratello con l’accusa di aver falsificato i passaporti. Successivamente ha dovuto pagare una cauzione di circa 160 mila euro per chiudere immediatamente il processo e tornare alla sua vita.

Ma la curiosità è che nonostante tutto questo, la sua immagine pare non essere stata affatto scalfita dalla detenzione. L’edizione brasiliana di El Pais ha fatto i conti in tasca a Ronaldinho che, nel periodo immediatamente successivo alla scarcerazione, avrebbe guadagnato 5 milioni di reales brasiliani, ovvero circa 750 mila euro.

Ronaldinho
Ronaldinho (getty images)

A settembre il brasiliano è stato a Belo Horizonte, dove è stato assunto da una società del Minas Gerais per promuovere i lavori allo stadio dell’Atletico Mineiro, club con cui ha vinto la Copa Libertadores nel 2013. Successivamente è diventato anche cittadino onorario proprio della città e ha anche aperto uno studio musicale. Il video realizzato con il gruppo Recayd Mob e con il trapper Djonga nel progetto Tropa do Bruxo, nel quale appare lui circondato da donne, ha superato il milione di visualizzazioni su YouTube in neanche una settimana.

Tra le altre attività in cui Ronaldinho sarebbe stato partecipe anche il lancio di un suo marchio per un gin biologico dal nome R-One, così come il suo vino “Vino de Campeones. Pubblicità, viaggi e l’essere stato testimonial di diversi eventi hanno permesso dunque al brasiliano di rifarsi ampiamenti del periodo cubo vissuto. Anche il mondo del calcio, seppur quello virtuale, ha giocato il suo ruolo con l’ex asso del Barcellona che ha creato una partnership con i due videogiochi Pes e Fifa creando la sua squadra, la R10, il cui kit è stato acquistato da EA Sports.

Tra i progetti futuri, ci sarebbe anche un film sulla sua vita. Una vera e propria rinascita per lui…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy