Rosetti sul VAR: “Presto immagini nei maxi schermi. Russia 2018? Sono fiducioso”

Le parole dell’ex arbitro ai microfoni di “Radio Anch’io Sport”, programma in onda sulle frequenze di Radio 1

di Redazione ITASportPress

L’ex arbitro Roberto Rosetti è intervenuto ai microfoni di “Radio Anch’io Sport”, programma in onda sulle frequenze di Radio 1; ecco quanto dichiarato dal responsabile italiano del progetto VAR:

FA CUP – “Linee storte della regia tv? La prima considerazione da fare è che i VAR inglesi alla fine valutato le immagini corrette, ci sarà stato un corto circuito con le immagini andate in onda. Purtroppo è stato un errore nella fase iniziale, serve più attenzione”.

PROGETTO – “Il progetto procede in modo molto positivo e questo è oggettivo. Anche ieri bene nelle occasioni dei gol annullati a Napoli e Milan per fuorigioco, dobbiamo essere soddisfatti: è chiaro che nella fattispecie dobbiamo continuare a migliorare, l’obiettivo è quello di raggiungere l’uniformità di interpretazione e intervento. Sono passati solo sei mesi e si sta facendo un ottimo lavoro. I calciatori rappresentano la categoria che ha meglio recepito il progetto, il comportamento è migliorato e il dato che lo testimonia è la riduzione delle ammonizioni: questo migliora il nostro calcio”.

TIFOSI – “Comunicare con lo stadio? Fa parte di un processo migliorativo e probabilmente ci arriveremo in pochi mesi, magari le immagini verranno trasmesse nei maxi schermi così i tifosi potranno capire il motivo per il quale una decisione cambia. Il VAR è diventato un fenomeno sociale, prendere la decisione giusta è diventato un obiettivo importante: bisogna valorizzare la bontà della decisione”.

ESTERO – “Germania e Portogallo hanno adottato un sistema diverso dal nostro, da noi i VAR viaggiano e preparano la partita con gli arbitri, mentre i tedeschi e i portoghesi hanno preferito altre modalità e stanno avendo problemi tecnologici. L’inizio per loro non è stato molto facile e sono uscite fuori problematiche relative alla funzionalità del progetto”.

CUTRONE – “Gol di mano con la Lazio? Nessuno si era accorto. Ho anche parlato con Strakosha il giorno della partita di Tim Cup contro il Milan e nemmeno lui ci aveva fatto caso”.

RUSSIA 2018 – “Il 3 marzo ci sarà il meeting decisivo per capire se il VAR sarà protagonista al Mondiale. Infantino, presidente della FIFA, crede nel progetto e vuole un calcio più giusto eliminando gli errori: personalmente ritengo che ci siano buone probabilità”.

CHAMPIONS LEAGUE – “Penso che ci vorrà ancora tempo a livello di training alla UEFA per preparare l’introduzione. Serve un lavoro di mesi, noi ci abbiamo messo un anno…”.

Rosetti: “Col VAR ora i giocatori si fidano”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy