Rummenigge: “Dopo vittoria Champions League Lewandowski piangeva. Serie A? Juve sempre temibile anche in Europa ma l’Inter…”

Parla il dirigente del Bayern Monaco

di Redazione ITASportPress
Rummenigge

Il dirignete del Bayern Monaco Karl Heinze Rummenigge, nonché storico calciatore anche dell’Inter, è stato ospite nel programma Mediaset Tiki Taka, durante il quale ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni sul mondo dei bavaresi ma anche sul calcio italiano.

Rummenigge: Bayern Monaco e Serie A

Lewandowski
Lewandowski (Instagram)

Parlando di Cristiano Ronaldo e di Robert Lewandowski, in riferimento al titolo di migliore giocatore del secolo vinto da CR7: “Noi siamo molto contenti di Lewandowski. Nel 2020 ci ha praticamente fatto vincere cinque titoli tra cui il trofeo più importante al mondo: la Champions League. Robert è straordinario, a Lisbona dopo la finale vinta piangeva perché aveva esaudito il suo sogno. Però penso che Cristiano abbia vinto meritatamente il premio come calciatore migliore dell’ultimo secolo perché ha fatto dieci anni in un modo straordinario e ancora oggi con la Juventus sta facendo molto bene”.

E proprio sulla Juventus e sul campionato italiano: “La Juve è sempre un avversario da rispettare in Europa. Quest’anno in Serie A va meno bene ma mancano ancora molte partite e non penso sia tagliata fuori dalla corsa Scudetto. Anche se ovviamente mi auguro vinca l’Inter perché è da un po’ che non vince un trofeo importante”. E ancora sui nerazzurri: “Il paragona con la mia Inter? Sono rose completamente diverse. La nostra squadra, negli anni ’80, era forte, abbiamo buttato due volte la vittoria del campionato ma quest’anno penso che l’Inter possa vincere. Il Milan sta facendo bene, ci sono altre squadre forti e poi non darei per spacciata la Juventus”.

Infine un pensiero in ottica futura tra Champions League contro la Lazio e mercato: “Ho grande rispetto della Lazio. Nei gironi ha fatto quattro punti contro il Borussia Dortmund. È una squadra da non sottovalutare, poi c’è Immobile che fa sempre gol: saranno due partite da prendere sul serio”. “Mercato e riscatto di Doulgas Costa? Non abbiamo ancora deciso ma siamo molto contenti di lui. È molto bravo sia in campo che fuori dal campo. Ma non sapremo ancora quello che faremo sul mercato anche perché questa pandemia ha stravolto tutto”.

Douglas Costa, getty
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy