Sacchi elogia Sarri: “Suo Napoli cosa più importante vista negli ultimi 20 anni. Con Ancelotti…”

L’ex allenatore del Milan: “Sarri aveva tutti giocatori sconosciuti, ha ricordato a tutti che la bellezza è un valore, non solo un sogno”

di Redazione ITASportPress

Il Napoli targato Maurizio Sarri, nella stagione da poco conclusa, è stato più che mai vicino alla vittoria dello scudetto. Solo una grande Juventus, rialzatasi dopo la sconfitta proprio i partenopei, è riuscita a spegnere il sogno degli azzurri. Nella prossima annata alla guida di Insigne e compagni ci sarà Carlo Ancelotti e non più l’ex tecnico dell’Empoli che rischia di restare fermo per un anno. Grande estimatore di Sarri è Arrigo Sacchi, il quale ha elogiato ancora una volta il lavoro svolto dal tecnico classe 1959.

BELLEZZA – L’ex allenatore del Milan, intervistato dal quotidiano La Repubblica, ha dichiarato: “Dicono più cose il City di Guardiola e il Napoli di Sarri che un mondiale intero. Il Napoli è la cosa più importante vista in Italia negli ultimi vent’anni. Sarri aveva tutti giocatori sconosciuti, un fatturato minimo rispetto alla Juve che gli ha pure preso l’uomo più forte, ma ha ricordato a tutti che la bellezza è un valore, non solo un sogno. Sarri è riuscito nell’impresa più difficile: allenare il pressing. Perché, vedete, il pressing i torinesi ed i milanesi lo hanno nel Dna, la gente in città va di fretta, ma a Napoli non è così”.

E CON ANCELOTTI? – Sacchi teme che nonostante l’arrivo di un grande allenatore come Ancelotti, il Napoli non sarà più lo stesso: “Certe imprese anche culturali valgono il doppio. Temo che senza Sarri tutto questo finirà, non me ne voglia il mio caro amico Ancelotti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy