Sampdoria, Quagliarella: “Nessun segreto, amo il mio lavoro. Scudetto? Ricordo il passato alla Juventus, ma…”

“Sono abbastanza introverso e mi piace essere leader in campo con il mio esempio e la mia professionalità, cercando di trasmettere questo ai più giovani”

di Redazione ITASportPress

Fabio Quagliarella, protagonista assoluto della 21^ giornata del campionato di Serie A con una tripletta alla Fiorentina, è stato uno degli ospiti di “Tiki Taka”, programma in onda ogni lunedì in seconda serata su Italia 1; ecco quanto dichiarato dall’attaccante e capitano della Sampdoria che è salito a quota quindici reti nella classifica cannonieri:

LONGEVITA’ – “Non c’è un segreto vero e proprio, solo l’amore per questo lavoro, il volersi sempre migliorare anche a quasi 35 anni, sono molto critico con me stesso”.

LEADER – “Sono abbastanza introverso e mi piace essere leader in campo con il mio esempio e la mia professionalità, cercando di trasmettere questo ai più giovani”.

GIAMPAOLO – “È il nostro top player, quando facciamo ciò che ci chiede ci divertiamo in campo e i risultati si vedono. La squadra lo segue in tutto e per tutto”.

ITALIA – “Negli anni ho sempre fatto quello che dovevo, poi ogni allenatore porta avanti il proprio gruppo e sono stato preso poco in considerazione”.

SCUDETTO – “Sono tifoso del Napoli e non oso immaginare cosa possa accadere in città qualora dovesse arrivare il titolo. Sono legato anche alla Juventus, sono stato bene lì e non lo dimentico, ma sono più legato alla mia terra”.

Sampdoria, Quagliarella scatenato: tripletta alla Fiorentina, le immagini più belle

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy