Sampdoria, Ranieri: “Peccato tornare a Roma e giocare senza pubblico. Quagliarella come Totti e sul rinnovo…”

Parla il mister blucerchiato

di Redazione ITASportPress
Ranieri

Interessante intervista rilasciata dall’allenatore della Sampdoria Claudio Ranieri ai microfoni del Corriere dello Sport anche in vista del ritorno in campionato dei blucerchiati nel match contro la Roma. Il tecnico di Testaccio si è soffermato sulle personalissime emozioni che vivrà domenica ma ha anche parlato delle vicende interne col suo club, in particolare del rinnovo di contratto suo e di Quagliarella.

Ranieri: “Contro Roma emozione speciale. Sul rinnovo con la Samp…”

Ranieri
Ranieri, getty images

“Penso sia brutto tornare a casa mia e giocare nello stadio vuoto, ma l’emozione nell’affrontare la Roma c’è sempre”, ha spiegato Ranieri in vista della gara di campionato del 3 gennaio contro i giallorossi. “Mi aspetto una partita difficile, la squadra di Fonseca sta giocando bene, verticalizza molto, fa tanti gol, sarà un bel confronto. Keita e Gabbadini sono due giocatori importanti per noi, però c’è Quagliarella in gran forma. Fabio può giocare fino a 41 anni come Totti. Si cura molto, si allena bene, non gli manca tanto”.

E sul rinnovo di contratto e le vicende di casa Samp: “Il presidente Ferrero ha parlato del rinnovo di contratto? Io non ho problemi, quando il presidente mi vuole chiamare ci siederemo intorno al tavolo. Non ho mai avuto fretta nel rinnovare i contratti. Tutti i presidenti vorrebbero stare nella parte sinistra della classifica. Io come obiettivo dico sempre 40 punti, perché conosco le difficoltà di questo campionato, come di quello precedente, per tutti i problemi legati al Covid. Queste sono stagioni anomale, completamente differerenti da quelle del passato”.  “Grana Candreva risolta? Sì, tutto ok. Non ci sono problemi. Mi ha fatto gli auguri di Natale come tutti i suoi compagni di squadra”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy