Segno e non esulto: anche l’attaccante del Catania Di Piazza nella Top 10

Segno e non esulto: anche l’attaccante del Catania Di Piazza nella Top 10

Le non esultanze non sono tutte uguali. E’ la differenza tra il rispetto di se stessi e l’ipocrisia del rispetto verso gli altri.

di Redazione ITASportPress

DI PIAZZA al Rieti

L’attaccante del Catania, Matteo Di Piazza dopo il suo gol di ieri al Rieti non ha esultato. Il centravanti rossazzurro è l’ultimo di una lunga serie di calciatori che segnano senza esultare. Da valutare il suo gesto visto che non ha mai giocato con la squadra laziale. Lo stesso ha fatto Mertens in Champions contro il Liverpool la scorsa settimana. Per i due attaccanti forse non esultanze per aperta rottura con la società o forse verso gli stessi compagni di squadra che non lo assistono a dovere. Altri calciatori invece non esultano per rispetto della ex squadra. Salah, vero esperto in materia, aveva già segnato senza esultare contro Fiorentina e Chelsea. Batistuta singhiozzò dopo aver steso la Fiorentina, Simeone trattenne le lacrime dopo aver fatto piangere l’Inter. E poi lo show di Dani Alves, il ripensamento di Higuain, la freddezza di Pirlo. Un gol è sempre un gol.  Le non esultanze non sono tutte uguali. E’ la differenza tra il rispetto di se stessi e l’ipocrisia del rispetto verso gli altri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy