MATCH SCUDETTO

Sassuolo, Carnevali avvisa il Milan: “Non regaleremo nulla. Non ho sentito Marotta”

Carnevali
L'AD del Sassuolo verso il match scudetto contro il Milan del weekend

Redazione ITASportPress

Intervista al Corriere della Sera da parte dell'amministratore delegato del Sassuolo Giovanni Carnevali che in vista della gara dei suoi contro il Milan, decisiva per lo scudetto, ha messo in guardia i rossoneri sulla voglia dei neroverdi di fare bene.

SASSUOLO-MILAN - "Sarà uno scudetto più vinto dal Milan o perso dall'Inter? Diciamo entrambe le cose, però i rossoneri hanno dimostrato nelle ultime quattro partite di essere davvero i più forti. Complimenti a Pioli per il lavoro che ha svolto", ha detto Carnevali. "Squinzi era rossonero, per chi avrebbe fatto il tifo? È vero che amava il Milan ma era pur sempre il presidente del Sassuolo: anche lui in passato ha gioito quando lo abbiamo battuto. Se fosse qui con noi probabilmente sarebbe imbarazzato, anche se è sempre stato il primo a trasmettere ai giocatori la cultura dello sport". Sulla gara poi: "Quest’anno abbiamo ottenuto ottimi risultati anche contro Inter e Juventus. Il Milan fa bene a pensare a eventuali festeggiamenti perché ha due risultati a disposizione. Detto questo, noi abbiamo il dovere di concludere il campionato nel migliore dei modi. Non regaleremo nulla, per essere chiari".

MOTIVAZIONI - Un passaggio anche su una possibile chiamata "incentivo" da parte dell'amico Marotta: "Non si è fatto sentire. Però scusi mica solo con lui ho un grande rapporto. Ho buone relazioni anche con Maldini e pure con Massara che è stato mio giocatore al Pavia, quando ero ds. C’era anche Allegri in quella squadra", ha tenuto a precisare Carnevali.

Sassuolo Carnevali
tutte le notizie di