Serie C, rinviati i recuperi delle squadre in attesa di ripescaggio

Accolte le richieste dei quattro club che sarebbero dovuti scendere in campo

di Redazione ITASportPress
Ternana

La sentenza del Tar del Lazio che ha accolto il ricorso delle società che chiedono il ripescaggio in Serie B rischia di paralizzare ulteriormente il calcio italiano.

La palla passa adesso al presidente Gravina, che non impugnerà la sentenza e dovrà ora scegliere le tre squadre da ripescare per ricomporre l’organico a 22 squadre, facendo quindi due “scontente”.

Intanto, è caos anche in Serie C. Pro Vercelli, Siena, Ternana e Novara, che sarebbero dovute scendere in campo per due recuperi rispettivamente contro Piacenza, Pro Piacenza, Rimini e Pontedera hanno infatti chiesto di non scendere in campo, domanda accolta dalla Lega Pro, che ha diramato il seguente comunicato:

“Preso atto delle ordinanze emesse in data odierna dal TAR LAZIO Sezione prima ter, in accoglimento delle istanze di misure cautelari avanzate nei ricorsi promossi dalle società F.C. PRO VERCELLI 1892S.R.L., TERNANA CALCIO S.P.A., NOVARA CALCIO S.P.A e ROBUR SIENA S.P.A., la Lega Pro rinvia a data da destinarsi le seguenti gare:

GIRONE A – RECUPERO 1^ GIORNATA – 24 OTTOBRE 2018

PONTEDERA – NOVARA
PRO PIACENZA – ROBUR SIENA
PRO VERCELLI – PIACENZA

GIRONE B – RECUPERO 1^ GIORNATA – 24 OTTOBRE 2018

TERNANA – RIMINI”

“Le ragioni del ricorso da noi presentato sono state accolte, su tutte le mancanza di poteri del Commissario Straordinario. Questa ordinanza ci ripaga di mesi di sacrifici, adesso ci aspettiamo che il neo-presidente federale Gravina mantenga quando promesso” ha dichiarato il presidente della Ternana Stefano Ranucci nel corso di una conferenza stampa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy