Serie D, lo Scudetto è dell’Avellino: decisiva la lotteria dei rigori contro il Lecco

Dopo l’1-1 dei regolamentari, è bastato segnare 2 volte dal dischetto agli irpini per vincere la coppa

di Redazione ITASportPress

È dell’Avellino lo Scudetto di Serie D: battuto il Lecco 3-1 dopo i calci di rigore allo Stadio Renato Curi di Perugia. Delle 9 squadre che hanno vinto i rispettivi gironi nella regular season, i campani e i lombardi sono giunti fino alla finale del torneo riservato alle prime classificate, dopo aver battuto rispettivamente la Pergolettese e il Cesena nel turno precedente. Non particolarmente gremito il Curi, con soli 500 spettatori a fronte dei 23.625 posti disponibili dell’impianto del capoluogo umbro (colpo d’occhio evidente).

LA PARTITA – La gara si sblocca nel secondo tempo, più precisamente al 55′, quando Capogna mette dentro per il Lecco il vantaggio su assist rasoterra di D’Anna; il pareggio irpino è pressoché immediato grazie al colpo di testa di Morero su punizione precisa di Di Paolantonio. Al fischio finale, subito lotteria dei rigori: il Lecco ne batte 4 e ne sbaglia altrettanti, all’Avellino è bastato segnarne due per trionfare (Morero, Di Paolantonio): è campione d’Italia dei Dilettanti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy