ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Il caso

Simula morte per intascare soldi assicurazione: condannato ex Schalke Kamba

Simula morte per intascare soldi assicurazione: condannato ex Schalke Kamba

L'ex Schalke 04 era stato dato per morto ma dopo 4 anni è tornato a farsi vedere

Redazione ITASportPress

L'ex calciatore dello Schalke Hiannick Kamba è stato condannato a tre anni di carcere per aver simulato la propria morte per intascarsi i soldi dell'assicurazione che avrebbe fruttato a lui e a sua moglie 1 milione di sterline. La coppia infatti aveva precedentemente stipulato una polizza assicurativa da 505.000 sterline che si raddoppiava in caso di incidente. Il calciatore 35enne nel 2016 simulò la morte in Congo a seguito di un incidente stradale. Nel gennaio 2016 Kamba si era recato a Kinshasa, ma poco dopo, amici e colleghi avevano ricevuto la triste notizia della sua morte. Compianto per 4 anni, l'ex giocatore è poi ricomparso improvvisamente in Germania nel maggio 2020, lavorando come tecnico chimico per un'azienda che lo aveva precedentemente avuto alle sue dipendenze nel 2013. All'epoca raccontò di essere stato rapito e trattenuto da sconosciuti per diverso tempo e che non voleva sapere nulla del fatto che sua moglie Christina avesse riscosso i soldi dell'assicurazione. L'indagine con tanto di processo in Germania si è conclusa oggi con la coppia finita in carcere per truffa.

L'ex club del calciatore arrestato, VfB Huls pubblicò un necrologio per Kamba nel 2016: "Ha rappresentato le idee e i valori del nostro club come pochi altri. La sua scomparsa lascerà un grande vuoto. Hiannick è senza dubbio un'amara perdita sportiva per noi, ma soprattutto ci mancherà come essere umano.'  Kamba era considerato un terzino destro di talento, nelle giovanili dello Schalke ed era compagno di squadra di Manuel Neuer.

 (Getty Images)
tutte le notizie di