ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

L'offerta

Sorrentino: “Pellissier mi ha chiamato per far parte del progetto FC Clivense”

Sorrentino, getty images

L'ex portiere del Chievo adesso fa il procuratore

Redazione ITASportPress

A “1 Football Club”, su 1 Station Radio, è intervenuto Stefano Sorrentino, procuratore ed ex calciatore, fra le tante, di Torino e Chievo Verona. Prima battuta sulla FC Clivense di Pellissier che milita in terza categoria. “Sergio (Pellissier) mi ha chiamato per far parte della dirigenza, ma oggi sono un procuratore e non ho ancora deciso se lasciare questa carriera".

Scudetto? È ancora presto, è un campionato equilibrato e, già dallo scorso anno con l’Inter, si è interrotto il predominio della Juventus. Quest’anno vedo che in parecchi sottovalutano l’Atalanta, io stare attento perché i nerazzurri di Gasperini sono sempre una formazione rognosa.

Tatarusanu o Mirante per sostituire Maignan? Sicuramente giocherà l’ex Fiorentina, per una questione di gerarchie e di confidenza col campo. Antonio è molto forte e si stava allenando con il Sorrento, ma è arrivato da appena due giorni a Milano. Senza il portiere francese, comunque, i rossoneri perdono un elemento importantissimo anche per il modo di giocare di Pioli, ovvero nella costruzione dal basso. Il Torino di Juric può mettere in difficoltà il Napoli di Spalletti, ma gli azzurri, se vogliono continuare a sognare lo Scudetto, devono vincere. Sarà una sfida tra due grandi allenatori, che può essere decisa da un episodio.

Osimhen? Sta venendo fuori in maniera importante, dopo un primo anno difficile. Sempre meglio averlo in squadra che contro, così come Koulibaly che, oltre ad essere un grande difensore, contro di me ha uno score importante, addirittura una doppietta. Manolas o Rrahmani? Per fortuna ho scelto di fare altro nella vita, e non l’allenatore, perché prendere queste decisioni ti porta ad esaurirti, come dico sempre a mio padre e mio fratello (ride, ndr)”.

 Pellissier (getty images)
tutte le notizie di