Spal, Semplici: “Mercato difficile. Petagna attira piazze importanti. Su Lazzari e il mio futuro…”

Spal, Semplici: “Mercato difficile. Petagna attira piazze importanti. Su Lazzari e il mio futuro…”

“Un giorno sicuramente, come giusto che sia, c’è l’ambizione mia di allenare una squadra più importante”

di Redazione ITASportPress
Semplici

Presente a Siena per ricevere la Briglia d’Oro 2019, il tecnico della Spal Leonardo Semplici ha rilasciato alcune dichiarazioni ai media presenti. Presente, futuro e tanto mercato tra gli argomenti affrontati dall’allenatore del club di Ferrara.

MERCATO – Sui giocatori che potrebbe partire viste l’ultima importante stagione, il mister ha detto: “Lazzari? È un ragazzo che è cresciuto tanto, è stato convocato in Nazionale da Mancini. Ha fatto un percorso importante e spero che possa fare un percorso migliore di quello che ha fatto con noi. Fares? Come calciatore è cresciuto ma mi auguro possa rimanere perché ha ulteriori margini di miglioramento. Si consacri alla SPAL e poi come Lazzari ambisca a piazze più importanti”.

ATTACCO – Ma tra i giocatori che hanno fatto davvero bene con la Spal c’è anche il bomber Andrea Petagna: “Quando un attaccante come lui fa 16 gol è normale che attiri piazze più importanti. Cercheremo di fare un mercato intelligente, con il nostro budget, con le nostre difficoltà ma con le nostre idee che abbiamo sempre messo in campo per cercare di arrivare all’obiettivo che è la salvezza”. E sui possibili rinforzi, Semplici ha commentato: “Babacar? È un bravo giocatore, un ottimo ragazzo, in questi anni non ha avuto grandissima fortuna ma a livello di qualità è di grande prospettiva anche se ha 26 anni. Mi auguro che se dovesse arrivare alla Spal dimostri il suo valore. Secondo me sarà un acquisto difficile da parte nostra ma vediamo cosa ci presenterà il mercato”. Un altro attaccante nel mirino della Spal è Stepinski, nell’ultima stagione a Verona con il Chievo: “Parliamo di un attaccante bravo che ha dimostrato buone cose al Chievo. Sicuramente noi come società valutiamo anche l’aspetto economico dell’operazione. Cercheremo di portare a Ferrara quei calciatori che abbiano voglia e motivazioni particolari che messe insieme ci possano portare alla salvezza”.

FUTURO – “Allenare la Fiorentina in futuro? Io sono l’allenatore della Spal. Non sono contento, sono stracontento anche vedendo il mio percorso. Poi un giorno sicuramente, come giusto che sia, c’è l’ambizione mia di allenare una squadra più importante. Se sarà la Fiorentina, essendo io di Firenze, sarà una cosa piacevole”, ha concluso Semplici.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy