Spal, si allarga l’inchiesta sullo stadio: sequestrata anche la Curva Ovest

Spal, si allarga l’inchiesta sullo stadio: sequestrata anche la Curva Ovest

Sotto accusa i certificati che attestano i lavori come conformi al progetto

di Redazione ITASportPress
Spal

Si allarga l’inchiesta relativa allo stadio Paolo Mazza di Ferrara. che ospita le partite interne della Spal. In queste ore la Guardia di Finanza, su ordine della procura, ha infatti posto sotto sequestro anche la Curva Ovest, in modo da poter svolgere indagini tecniche e verificare presunte anomalie strutturali relative all’intervento del 2018, quando l’impianto è stato sottoposti a lavori dopo la promozione degli estensi in Serie A. Secondo gli inquirenti, sarebbero infatti falsi i certificati che attestano tali lavori come conformi al progetto e rispondenti alla normativa antisismica. Sulla Curva Ovest sarebbero emerse, come riporta l’Ansa, le stesse criticità già registrate per la Curva Est e la Gradinata Nord, finite sotto sequestro nei giorni scorsi. Le perizie avranno inizio nella giornata di giovedì, andando avanti fino all’inizio della prossima settimana.

COMUNICATO SPAL E COMUNE  – Nel frattempo, la Spal e il comune di Ferrara hanno affidato a un comunicato congiunto la loro reazione: “In relazione al provvedimento di sequestro di Gradinata e Curva Est avvenuto lunedì 8 luglio  e all’ulteriore sequestro di Curva Ovest notificato in data odierna, Amministrazione Comunale e S.P.A.L. srl auspicano che l’iter stabilito dalla Procura di Ferrara nella giornata di ieri sia portato a termine nei tempi previsti”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy