Suarez e la cittadinanza italiana: escono fuori le intercettazioni

“Non spiccica una parola…”

di Redazione ITASportPress
Suarez

Arrivano ulteriori informazioni rispetto alla vicenda uscita in queste ore riguardante la cittadinanza italiana presa da Luis Suarez a Perugia lo scorso 17 settembre. L’esame sarebbe stato concordato e la votazione stabilita ancora prima dell’effettivo sostenimento della prova. Ma non solo. Secondo le prime intercettazioni pubblicate dai media, arrivano parole importanti che forniscono ulteriori dettagli.

Suarez: le intercettazioni

Suarez
Suarez (getty images)

Cominciano a trapelare alcuni particolari dell’inchiesta che ha coinvolto l’Università per Stranieri di Perugia per l’esame di italiano affrontato da Luis Suarez per ottenere la cittadinanza. Tra le frasi intercettate dagli inquirenti, si legge: “Non dovrebbe, deve, passerà, perché con 10 milioni a stagione di stipendio non glieli puoi far saltare perché non ha il B1”. Ma non solo. Anche alcuni dettagli relativi alle capacità sull’italiano del calciatore: “Ma non coniuga i verbi, parla all’infinito…”. “Non spiccica una parola…”. “Mi dici tu quale voto ci do e via”. E anche: “Metti tutti 3, tanto ho sentito la rettrice ieri, linea è quella”.

Da capire come andrà a finire la vicenda. Secondo le accuse della Procura sono emerse condotte per produzione di atti falsi su esame e inoltre la sessione straordinaria esame sarebbe stata istituita ad hoc per calciatore

VIKY VARGA INCANTA IN BIKINI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy