Torino, Mazzarri: “Il razzismo? Le partite vanno sospese subito alle prime avvisaglie”

“Ci vuole certezza delle regole e della pena: chi sbaglia non deve più entrare in uno stadio”

di Redazione ITASportPress

Continua a tenere banco la questione Koulibaly, con il nostro calcio alle prese, ancora una volta, con il problema razzismo. E sulla questione Walter Mazzarri, tecnico del Torino, ha le idee chiare: “Le partite andrebbero sospese subito alle prime avvisaglie di episodi del genere“, ha detto durante la conferenza stampa di presentazione della gara di campionato con la Lazio, “il direttore di gara dovrebbe fermare la partita immediatamente al primo coro. Ci vuole certezza delle regole e della pena. Bisogna essere fermi e intransigenti su questioni del genere: chi sbaglia e commette simili atti, non deve più entrare all’interno di uno stadio. In Inghilterra se una persona osa fare un ‘buu’ razzista viene subito preso da uno steward e portato all’esterno. Il problema del razzismo credo sia un tema sociale: bisogna partire dalle scuole, con gli insegnanti che dovrebbero sospendere quei bambini che mostrano manifestazioni di intolleranza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy