Tragedia a Lecce: arbitro di Lega Pro e la sua compagna uccisi

Il fischietto era Daniele De Santis

di Redazione ITASportPress

Tragedia a Lecce dove Daniele De Santis, arbitro di Lega Pro, e la sua compagna sarebbero stati uccisi con delle coltellate. Il fatto è avvenuto nella notte in un condominio nei pressi della stazione nel sottopasso per Monteroni, in via Montello.

Arbitro ucciso a coltellate a Lecce

Da quanto si apprende le due vittime sarebbero Daniele De Santis, di 33 anni, conosciuto negli ambienti calcistici per essere un arbitro di Lega Pro con un precedente anche in Serie B nel 2017 quando fece il quarto uomo nella sfida Pisa-Benevento. La donna, anche lei uccisa, era la sua compagna e si chiamava Eleonora Manta. A seguito della vicenda le autorità stanno cercando di fare chiarezza con il procuratore capo Leonardo Leone De Castris che cercherà di coordinare le indagini. Dalle prime ricostruzioni ci sarebbe stata una lite, sfociata poi in tragedia. Qualcuno avrebbe anche visto un uomo fuggire dal palazzo dove abitavano i due. I corpi sono stati trovati con ferite all’addome, colpiti da un’arma da taglio non individuata dalla polizia. Secondo quanto si apprende, la vicenda potrebbe avere un movente passionale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy