Vacchi: “Io, Borriello e Vieri… Juventus? Come il Real fa le cose per bene”

Lunga intervista de “La Gazzetta dello Sport” a Gianluca Vacchi, imprenditore bolognese, icona social con i suoi balletti dai paradisi delle vacanze

di Redazione ITASportPress

Lunga intervista de “La Gazzetta dello Sport” a Gianluca Vacchi, imprenditore bolognese, icona social con i suoi balletti dai paradisi delle vacanze. Dieci milioni di followers tra Facebook e Instagram.

MARCO BORRIELLOMarco, al quale ho consigliato di andare a Cagliari, ha fatto un gran lavoro, ha colpi di genio, da campione. Ed è innamorato del calcio. Per me è un fratellino, ogni tanto lo sgrido, ma è una bella persona, non ama così tanto il gossip, ma ha la sfortuna di essere bello.

BOBO VIERIPer lui ho preso casa a Miami. Proprio per stargli vicino. Lo stimo perché dietro la sua corazza e il suo carattere forte, c’è un uomo vero. Uno che se ti è amico ti dà un braccio. E credo abbia fatto alcuni tra i gol più belli della storia del calcio.

TIFOSO DELLA JUVENTUSMa no. Non sono un tifoso incallito, ma apprezzo molto lo stile Juve, la società che fa le cose per bene, infatti vince. Così come apprezzo la filosofia del Real. Adoro le eccellenze.

VITA PRIVATAHo avuto un papà molto severo e ho imparato che la maleducazione è la cosa peggiore. In questo sono molto all’antica, come mio padre. Ho cominciato in azienda e mi sono laureato in economia. Ma ho capito che non faceva per me. L’Ima (azienda leader nell’automazione industriale, la più performante) la manda avanti bene mio cugino Alberto. Io mi sono buttato nel private equity. Insomma, quel che ho me lo sono guadagnato e sudato. Ho rischiato e sono stato ripagato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy