Vidal e un idolo a sorpresa: “Ecco chi mi ha ispirato la cresta…”

Vidal e un idolo a sorpresa: “Ecco chi mi ha ispirato la cresta…”

Il centrocampista del Barcellona si è raccontato a L’Equipe

di Redazione ITASportPress
Vidal

Alla seconda stagione con il Barcellona, Arturo Vidal sembra aver raggiunto un buon standard di rendimento.

Decisivo da subentrante contro l’Inter, proprio la squadra che lo contese fino all’ultimo ai blaugrana nell’estate 2018, l’ex juventino è pronto per ritentare l’assalto alla Champions League, trofeo che manca nella bacheca del Guerriero e già inseguito con i bianconeri e con il Bayern Monaco.

Intanto, intervistato da L’Equipe, Vidal ha svelato un retroscena sui motivi che l’hanno portato a scegliere la capigliatura che lo caratterizza da sempre: “La cresta l’ho fatta dopo la Coppa del Mondo Under 20 del 2007. Mi ricordavo di un giocatore tedesco con una cresta che mi era piaciuto ai Mondiali del 2002, perché era molto aggressivo e incuteva timore agli altri. Allora volevo fare qualcosa di simile e mi sono creato un personaggio”.

Il giocatore in questione è Christian Ziege, ex del Bayern Monaco, del Tottenham e del Milan, oltre che della Nazionale tedesca, all’epoca in ricostruzione dopo anni di magra, ma comunque capace di spingersi fino alla finale del Mondiale, persa contro il Brasile di Ronaldo.

Vidal ha poi parlato anche di un altro proprio “marchio di fabbrica”, i tatuaggi. E qui ritorna l’ossessione Champions…: “Ho iniziato a tatuarmi quando ero in Italia e ora ne ho più di 30. Però ho uno spazio riservato sull’addome per la Champions League”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy