ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

IL PARERE

Vieri duro con la Juventus: “Gioco troppo brutto. Scudetto? Questione tra le prime quattro”

Vieri (Getty Images)

Parla l'ex centravanti tra campionato e Nazionale italiana

Redazione ITASportPress

Lunga intervista al Corriere della Sera da parte dell'ex centravanti Christian Vieri che ha avuto modo di analizzare i temi caldi dell'attualità calcistica tra Serie A e Nazionale italiana che sarà impegnata a marzo nei playoff per andare al Mondiale.

SERIE A - Sul campionato, parole dure quelle di Vieri sulla Juventus e su questa prima parte di annata: "Cosa mi ha sorpreso in negativo? Il non giocare della Juventus. Vedo quasi tutte le squadre con un atteggiamento propositivo, offensivo, mentre la Juve è sempre molto indietro e offre un calcio sterile, fermo. È una delle società più importanti e prestigiose del mondo, ha giocatori superiori alla media, non può quindi giocare un calcio così brutto, non è accettabile. Mi ha colpito in negativo e fino ad oggi è sicuramente la grande delusione della stagione", ha detto Bobo parlando dei bianconeri". Sulla lotta scudetto: "Chi oltre alle prime quattro? Non vedo squadre più forti di Inter, Milan, Napoli e Atalanta".

ITALIA - Spazio anche alla Nazionale: "Ci siamo messi in un guaio enorme. Sarà dura battere la Macedonia e poi la Turchia o il Portogallo in trasferta. Ci sarà una pressione incredibile, e con tutta questa pressione è dura giocare. Se ci sono giocatori in grado di affrontare tale pressione? Sono ragazzi che hanno vinto un grande Europeo, conoscono valore e peso della maglia azzurra. Ripeto, serve uno step ulteriore: all’Europeo non c’era l’obbligo di vincere, bastava un bel torneo e un bel calcio. Ora devi invece passare i due turni, senza storie. L’Italia al Mondiale ci deve essere. Ripeto, sale la pressione e vedremo lo spessore di tutti i ragazzi".

 Kean Juventus (getty images)
tutte le notizie di