Vince 27-0 e viene esonerato. L’allenatore non ci sta: “C’è tanta ipocrisia e banalità…”

Vince 27-0 e viene esonerato. L’allenatore non ci sta: “C’è tanta ipocrisia e banalità…”

L’Invictasauro ha licenziato il tecnico per aver umiliato i rivali

di Redazione ITASportPress

Esonerato per aver vinto 27-0. Succede all’allenatore degli juniores provinciali dell’Invictasauro Massimiliano Riccini. I vertici societari hanno deciso di esonerarlo per aver “mancato di rispetto” agli avversari.

“L’avversario va sempre rispettato ed oggi non è avvenuto. In qualità di presidente mi scuso sinceramente con la società Marina. Comunico che il nostro direttivo ha deciso, unanime, di esonerare il signor Riccini. I nostri tecnici devono avere il compito di allenare e soprattutto educare i ragazzi”, con queste parole, nelle scorse ore, la società spiegava l’esonero dell’allenatore, reo di aver umiliato i rivali in campo.

RISPOSTA – Pronta è stata la risposta del signor Riccini che ha affidato ad una lettera inviata a GrossetoSport il suo pensiero: “Nessuno nell’Invictasauro ha mai pensato di umiliare o ridicolizzare volontariamente l’avversario. Abbiamo giocato senza lezio sismi, senza cattiveria agonistica e commettendo pochissimi falli. Gli Juniores sono abbastanza grandi per capire le situazioni. Segnare 27 gol non è mancanza di rispetto, lo sarebbe stato fare ‘torello’ per 80 minuti o aiutare la squadra avversaria a segnare qualche gol. La vera sconfitta è vedere quanta ipocrisia, banalità e povertà d’animo vengono fuori senza nessuna cognizione di causa“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy