Wenger: “Contro Atalanta e Atletico Madrid tutto può succedere. Ma in Champions le favorite sono…

L’ex tecnico non ha dubbi su chi potrebbe vincere l’edizione attuale dell’ambita coppa

di Redazione ITASportPress
Wenger

Anche la Serie A è giunta al termine, ma il calcio non si ferma con le competizioni europee pronte ad infiammare il mese d’agosto. Europa League ma soprattutto Champions League con gare davvero dall’esito certo. A commentare quello che potrebbe accadere in questa inedita fase finale è stato Arsene Wenger, ex allenatore dell’Arsenal, ai microfoni di Europe 1.

Wenger: “Contro Atalanta e Atletico Madrid tutto possibile ma le favorite…”

Atalanta De Roon
Atalanta De Roon (getty images)

Quando giochi contro l’Atalanta o contro l’Atletico Madrid tutto può succedere“, ha detto Wenger avvisando le altre squadre ed elogiando, evidentemente la Dea e i Colchoneros. “Ma per me Manchester City e Psg sono i favoriti in termini di potenziale. Sento che il Psg è meno forte di quanto non lo fossero tre o quattro anni fa. Ma all’epoca anche la competizione era più difficile. Tuttavia, penso che la qualità del calcio europeo sia di alto livello e queste squadre sono ancora tra le migliori in Europa”.

E ancora sul Psg: “Perché non hanno ancora vinto la Champions? Secondo me non si dovrebbero cercare i motivi per i quali non hanno vinto ancora. Anche il Real Madrid non ha vinto il torneo per 10-15 anni, e poi lo ha vinto tre volte di seguito”, ha commentato l’ex manager dei Gunners. Ricordiamo che il Manchester City sfiderà il Real Madrid negli ottavi di finale partendo dal risultato favorevole dell’andata. Mentre il Psg se la vedrà con l’Atalanta direttamente ai quarti…

Sul proprio futuro, poi, il francese apre al ritorno in panchina: “Ho sempre voglia di allenare, ma alle mie condizioni. Perché ho 70 anni e ho già dato parecchio. Dovrei giocare un po’ alla roulette russa perché ka scelta può avere effetti sulla mia salute. Vorrei avere le condizioni ottimali per allenare e stare bene. Altrimenti meglio non tornare su un panchina”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy