Xavi: “Barcellona voleva cedermi, ma Guardiola ci mise 1 minuto a convincermi a restare”

Xavi: “Barcellona voleva cedermi, ma Guardiola ci mise 1 minuto a convincermi a restare”

L’ex centrocampista racconta un retroscena relativo alla sua esperienza blaugrana

di Redazione ITASportPress
Xavi

Il feeling tra un calciatore e il proprio allenatore è molto importante, spesso decisivo, anche in ottica calciomercato. La dimostrazione arriva da Xavi, ex centrocampista del Barcellona, che ai microfoni dei canali ufficiali della Liga ha parlato di quanto la società catalana stava per cederlo all’estero e solo l’intervento, seppur rapido, di mister Pep Guardiola, consentì a tutti di cambiare idea.

Xavi: “In un minuto Guardiola mi ha convinto a restare”

Xavi
Xavi (Getty Images)

Era il 2008 e Xavi ricorda bene quei momenti particolare della sua carriera in Catalogna: “Eravamo reduci dall’Europeo vinto e tramite Begiristain venni a sapere che il club voleva cedermi”, ha esordito l’attuale allenatore dell’Al-Sadd. “Andai a parlare con Guardiola e da lì cambiarono le mie intenzioni: non avevo più in mente né l’Inter, né il Bayern Monaco, né nessun’altra squadra. Mi disse che non immaginava la squadra senza di me”. Parole che fecero subito breccia nella mente e nel cuore di Xavi dato che, a detta sua, il mister ci mesi 1 minuto a convincerlo. “Per convincermi bastò un solo minuto. Il feeling tra tecnico e calciatore è fondamentale”.

CHI, INVECE, ALL’INTER CI GIOCA E’ LAUTARO CHE SI E’ SVEGLIATO CON LA BELLA AGUSTINA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy