Atalanta, Castagne: “Sogno la Premier League…”

Atalanta, Castagne: “Sogno la Premier League…”

L’esterno della Dea ha parlato del suo futuro e della possibilità di giocare in Inghilterra

di Redazione ITASportPress
Castagne

“Sto bene in Italia ma in futuro…”. Parla Timothy Castagne, esterno dell’Atalanta, che intervistato dall’emittente belga Rtbf si è detto possibilista nel vedersi un giorno magari in Premier League. Il classe 1995 sogna un futuro in terra inglese ma confessa anche di trovarsi molto bene a Bergamo e in Italia.

Castagne e il campionato inglese

Atalanta
Atalanta (getty images)

Fa gola a tanti la Premier League e anche per Castagne, l’attrazione british non è da meno: “Come mi trovo in Italia? La vita non è così diversa dal Belgio, tranne per la lingua, ovviamente”, ha esordito il belga in merito alla sua esperienza in terra italiana. Ma per il futuro qualcosa potrebbe cambiare: “Dico la verità, se potessi scegliere la mia prossima destinazione, virerei sul campionato inglese. Mi piace quello stile di gioco”. Nessuna preferenza però sulla squadra anche perché tutte le inglesi hanno il loro fascino: “Ma non ho una squadra preferita. Tutte le squadre sono belle in quel campionato”.

Anche Gosens pensa al futuro

Gosens
Gosens Atalanta (getty images)

Quasi stesso ruolo, e stessa pensiero riguardo al futuro: un’esperienza fuori dall’Italia. Pochi giorni fa anche Robin Gosens aveva espresso l’intenzione di giocare altrove, magari in Bundesliga. “Per me sarebbe un sogno. Anzi è il mio sogno giocare in Bundesliga”, ha detto l’esterno bergamasco a ZDF. “Magari non è una cosa che accadrà adesso, ma farlo con la maglia dello Schalke 04 è un mio sogno d’infanzia”. Parole che sommate alle più recenti di Castagne mettono in allarme l’Atalanta che potrebbe trovarsi a fare i conti con richieste importanti per i due calciatori. Castagne in questa stagione non ha trovato tanto spazio, proprio per le prestazioni del collega Gosens la cui valutazione potrebbe essere attorno ai 50 milioni di euro. Vedremo quindi come si comporterà il patron Percassi al termine della stagione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy