Cannavaro: “Icardi mi ha detto di no perché vuole restare all’Inter. Il Napoli può vincere tutto”

Cannavaro: “Icardi mi ha detto di no perché vuole restare all’Inter. Il Napoli può vincere tutto”

Le parole dell’allenatore italiano del Guangzhou a Il Mattino

di Redazione ITASportPress
Cannavaro

Fabio Cannavaro ne è sicuro. Il Napoli può vincere lo scudetto. Cosa farà la differenza? La mentalità. In un’intervista a Il Mattino, l’ex campione del mondo con l’Italia nel 2006, Pallone d’Oro nello stesso anno e ora allenatore del Guangzhou Evergrande, parla del momento della squadra partenopea: “Sarri cura i dettagli in modo maniacale, mi ha chiesto della Cina e gli ho spiegato quello che c’è adesso in Cina. Ho visto poco del suo allenamento, ma subito sono emerse le sue qualità migliori”.

NAPOLI – “Il Napoli può vincere tutto. Non penso che sia una squadra stanca, quello che è successo tra novembre e dicembre è stato solo un calo legato agli infortuni. La rosa è un po’ corta, ma perché due pedine importanti mancano. Se manca Ghoulam ne risente tutta la parta sinistra del campo. Il Napoli ha tutti i mezzi per arrivare fino in fondo, un grande allenatore, un bel gioco, una eccellente organizzazione”.

ITALIA – “Senza gli azzurri al Mondiale è una grande amarezza. Mi sono sentito come un pesce fuor d’acqua il giorno del sorteggio a Mosca. Cosa deve cambiare? Per prima cosa smettere di seguire i modelli altrui. Abbiamo la nostra cultura e la nostra tradizione. Bisogna ripartire, con nuove regole. Abbiamo toccato il fondo. Già in Germania, nel 2006, eravamo ammalati, solo che il Mondiale 2006 e la finale europea del 2012 hanno nascosto i nostri problemi. Dovevamo già iniziare da tempo un processo di cambiamento”.

GUANGZHOU – “Non vedo l’ora di iniziare. Puntiamo alla Champions asiatica e a vincere l’ottavo titolo cinese consecutivo. La sfida difficile sarà ridare stimolo a una squadra che sa già di essere la più forte i tutti”.

FRATELLO PAOLO – “All’inizio ci ha pensato, ha pensato e gli ho detto ‘ma scherzi?”. Gli ho spiegato che se voleva fare l’allenatore aveva possibilità di farlo, senza dover vivere quel momento complicato che succede quando si smette di giocare e quando inizia la seconda parte della sua vita. Alla fine si è messo il cuore in pace, ma con grande sofferenza. Il rapporto con il Sassuolo è stato eccezionale.

MERCATO – “Mi hanno proposto di tutto e di più. Moltissimi della Serie A. Solo Icardi mi ha detto di no perché all’Inter sta bene e voleva restare a Milano per il progetto che gli piace. Mertens? Lui si chiama Ciro sul serio, non è un sopprannone, ed è nato solamente per caso in Belgio…”

Cannavaro, nel 2006 arrivò il Pallone d’Oro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy