Juventus, è rissa tra agenti dopo l’acquisto di Fernandes

Juventus, è rissa tra agenti dopo l’acquisto di Fernandes

Beppe Accardi aveva il mandato per chiudere l’operazione per il giovane olandese del PSV, ma alla fine è subentrato Raiola: “È una vergogna”

di Redazione ITASportPress

Per la Juventus è stato un gennaio rivolto al futuro. I bianconeri hanno fatto cassa con le cessioni a titolo definitivo di Lirola al Sassuolo e di Mattiello all’Atalanta, facendo per il resto girare qualche giovane della propria scuderia, come Orsolini, passato dalla stessa Atalanta al Bologna. Poi si è pensato all’estate, accelerando per Emre Can e sondando il terreno per qualche giovane come il romanista Pellegrini.

Tra le operazioni minori, ma solo in apparenza, c’è stata quella dell’acquisto del centrocampista olandese di origini angolane Leandro Fernandes, che sarebbe andato in scadenza a giugno con il Psv Eindhoven. Fernandes, classe 1999, prodotto del vivaio del Nec Njimegen e approdato ad Eindhoven nel 2013, è il classico predestinato, capace di debuttare nell’Under 19 prima ancora che nel proprio club.

L’affare non è stato però indolore per l’intermediario che aveva condotto il tutto, Giuseppe Accardi, infuriato con la Juventus e con il collega che ha concluso avanti l’operazione: Mino Raiola.

“L’autorizzazione a trattare ce l’aveva solo il suo procuratore, che ha dato il mandato a me, e la Juventus aveva la copia. Abbiamo trattato per sette mesi, poi stranamente è saltato fuori Raiola e tutte le parti ci dovranno spiegare come mai – ha detto Accardi – Ormai nel calciomercato stiamo raggiungendo dei livelli di scorrettezza allucinanti. Quello che sta succedendo è vergognoso, è ora che questa pagliacciata finisca. Raiola dovrebbe guardare in casa propria, prima di permettersi di parlare del calcio italiano e di persone poco intelligenti”.

Ecco il nuovo gioiellino di Mino Raiola

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy