Juventus, Marotta riflette sui boys del ’94 e pensa all’assegno

Juventus, Marotta riflette sui boys del ’94 e pensa all’assegno

La squadra bianconera potrebbe incassare 55 milioni dalla cessione di due promettenti calciatori

di Redazione ITASportPress

L’arrivo di Leonardo Bonucci alla Juventus sembra ormai cosa fatta. Il giocatore non potrà più giocare nel Milan dopo le manifestate intenzioni di lasciare la città meneghina. L’a.d. Marotta lo aspetta a braccia aperte, forse un po’ meno Allegri e i tifosi della Vecchia Signora arrabbiati per il tradimento dello scorso anno. Ma al primo gol i mugugni si trasformeranno in applausi. Ma lo stato maggiore bianconero per prendere Bonucci deve necessariamente far cassa. Il Milan vuole Mattia Caldara, ma la Juventus propone Higuain. Due 24enni potrebbero lasciare la Continassa: oltre all’ex Atalanta, Marotta cercherà di fare cassa con il coetaneo Daniele Rugani. Come riporta oggi la Gazzetta dello Sport, per il momento, però, sul tavolo dei dirigenti bianconeri non è arrivato un assegno: al netto di un interessamento reale del Chelsea, non è stato compiuto l’ultimo passo. Così ieri un’altra giornata è volata via senza scossoni, senza i famosi 55 milioni immaginati per l’ex pupillo di Sarri. La Juventus vuole fare cassa anche dalla cessione (a titolo definitivo e non in prestito) di Marko Pjaca: oltre alle piste italiane, Sampdoria e Fiorentina, si è fatto avanti il Leicester che cerca un esterno d’attacco con caratteristiche simili. A breve altri contatti, i bianconeri contano di recuperare una ventina di milioni dall’operazione. Intanto, si progetta il futuro: è stato definito l’arrivo del giovane Idrissa Touré dal Werder Brema, un mediano classe ‘98 di nazionalità tedesca che si farà le ossa nella squadra B.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy