Lobotka, l’agente: “Offerta del Napoli insufficiente. La clausola non è un problema”

Lobotka, l’agente: “Offerta del Napoli insufficiente. La clausola non è un problema”

Il procuratore Jasurek: “Con il Napoli ci sto parlando da mesi, ma la loro offerta non era soddisfacente. In più hanno cambiato allenatore passando da Sarri ad Ancelotti”

di Redazione ITASportPress

Con l’imminente addio di Jorginho, il Napoli si sta muovendo per acquistare un calciatore che sia all’altezza del centrocampista ex Verona. Il patron del club azzurro Aurelio De Laurentiis si è fatto avanti per Fabian Ruiz del Betis Siviglia, ma nelle scorse settimane anche il nome di Stanislav Lobotka è stato accostato ai partenopei. Qualche giorno fa il giocatore del Celta Vigo aveva aperto alla squadra campana, ma adesso bisogna registrare una frenata nella trattativa. Branislav Jasurek, agente del giocatore slovacco, ha fatto il punto della situazione a La Voz de la Galicia: “L’offerta del Napoli è insufficiente. Il calciatore andrebbe via dal Celta, dove peraltro si trova benissimo, solo nel caso in cui ci fosse una proposta davvero irrinunciabile per tutti. Non so se il Napoli migliorerà l’offerta, ne sto parlando con loro da almeno un mese ma lì ci sono stati molti cambiamenti, visto il passaggio da Sarri ad Ancelotti, anche se non penso che questo sia un problema”.

HAMSIK – Il procuratore ha garantito sulla coesistenza tra il suo assistito e il capitano azzurro:”Il destino di Lobotka è legato alla possibile partenza di Hamsik? Stiamo parlando di due calciatori che giocano in due posizioni di campo differenti. Marek è un numero 10 mentre Stanislav è un 5. Potrebbero giocare tranquillamente insieme. Sulle voci che vogliono Lobotka all’Arsenal posso dire che sono solo apprezzamenti mentre per il PSG stiamo parlando di uno dei club più prestigiosi al mondo. Stanislav può giocare a quei livelli”.

CLAUSOLA – “Non è un problema. Se arriva un’offerta buona per tutti, il Celta lascia andare via Stanislav. In caso contrario resteremo felici qui. Gli piacerebbe giocare la Champions League come a qualsiasi calciatore, però la priorità è giocare meglio dell’anno passato: se si trasferirà sarà per una squadra che giochi bene a calcio, indipendentemente dalla Champions”.

Napoli, l’arrivo di Verdi a Villa Stuart

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy