Napoli, l’ex Savoldi sta con Verdi: “Io lasciai Bologna, ma lui percepirà di più altrove”

“Chi giudica il suo comportamento commette un grosso errore”

di Redazione ITASportPress

Questa sessione di mercato invernale passerà alla storia per il rifiuto al Napoli di Simone Verdi, che è rimasto al Bologna a differenza di Giuseppe Savoldi, che nel 1975 lasciò l’Emilia Romagna per approdare in Campania. Proprio l’ex attaccante, ha detto la sua sulla trattativa legata al calciatore scuola Milan ai taccuini del Corriere di Bologna: “Io a differenza di Verdi dissi sì al passaggio dal Bologna al Napoli e andai volentieri. Me lo chiesero i dirigenti del Bologna e io risposi subito di sì, senza pensarci tanto, anche perché era una grande occasione che non potevo perdere. E che non voleva perdere neanche il Bologna. Verdi al Napoli non avrebbe avuto un posto fisso e non vorrei che questa consapevolezza abbia rappresentato un freno per il ragazzo. Chi giudica il suo comportamento commette un grosso errore, Verdi avrà preso questa decisione dopo aver valutato tutti i pro e i contro. E dico di più: questa scelta l’ha fatta di sicuro nel proprio interesse, anche economico. Bravo com’è, potrebbe prendere anche più soldi a luglio, perché state sicuri che le grandi squadre continueranno a stargli addosso. Alla luce del fatto che rimanendo a Bologna potrà giocare tutte le partite. Perché giocare è importante, fondamentale, io a Napoli andai essendo sicuro di fare il titolare”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy