Roma, in attesa di Conte c’è una priorità di mercato

Roma, in attesa di Conte c’è una priorità di mercato

Il club giallorosso deve però raggiungere ancora l’obiettivo stagionale minimo

di Redazione ITASportPress

In attesa che Antonio Conte accetti l’offerta della Roma e che anche il ds Petrachi dica sì a Pallotta, si comincia a lavorare sul mercato. Il primo pensiero riguarda il futuro di Nicolò Zaniolo che almeno di clamorosi colpi di scena sarà ancora alla Roma, almeno per un’altra stagione. A prescindere anche dal botta e risposta di sabato sera tra Francesco Totti (per conto della Roma) e Claudio Vigorelli (per conto di Zaniolo) sulla questione del rinnovo contrattuale di Nicolò, fa sapere la Gazzetta dello Sport. Molto lo si capirà anche in questo ultimo scorcio di stagione, nelle ultime quattro partite che mancano per inseguire ancora la Champions. Anche se poi molto di più lo si capirà proprio in fondo, quando la Roma e l’entourage del giocatore si siederanno davvero per la prima volta per parlare del nuovo contratto. Considerando che oggi Zaniolo non arriva a 300mila euro (più bonus) e che alla porta del giocatore hanno già bussato tanti club più o meno illustri, è chiaro che per la Roma diventi una delle priorità assoluta.

RESTO –  Zaniolo ha voglia di restare e la Roma di tenerselo. Almeno per un altro anno, fino al 2020. Poi si vedrà, dipenderà anche dai programmai e dai risultati dei giallorossi da qui a quel giorno lì. Di certo le parole di Totti di sabato sera non hanno aiutato, anche se l’impressione è che il dirigente giallorosso alla fine sia scivolato sulla classica buccia di banana. Nel senso che non voleva creare nessun caso, non voleva fare nessuna polemica, tanto da rimarcarlo anche nel finale dell’intervista. Quella frase lì («Ricordiamoci che le cose si fanno sempre in due»), però, ha creato più di un malumore intorno al ragazzo via social. Insomma, nell’era della comunicazione dei social, c’è chi si è divertito a ricordare a Zaniolo come abbia soli 19 anni e come non abbia fatto nulla per «montarsi la testa così».

PAPA‘ – Il fatto, però, è che Zaniolo oggi pensa solo a giocare e ad aiutare la Roma, a tutto il resto ci penseranno eventualmente il suo entourage e la Roma quando si metteranno a tavolino. «Aspettiamo l’incontro per iniziare a vedere cosa fare», ha rimarcato domenica scorsa anche Igor, il papà di Nicolò. La Roma si gioca l’accesso alla Champions. A tutto il resto, poi, ci si penserà subito dopo.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy