Alpitour fa più ricco il Catania. Le ultime novità

La società piemontese prende in affitto pluriennale i due alberghi, siti a Taormina, di proprietà di Nino Pulvirenti. Una piccola parte dei fondi potrebbe finire anche nelle casse del sodalizio rossazzurro.

di Redazione ITASportPress

Il Catania Calcio cerca in tutti i modi di resistere alla crisi. In tal senso è arrivato al capezzale del malato, Pietro Lo Monaco, dirigente capace e soprattutto lavoratore instancabile. Il neo amministratore delegato infatti passa da una città all’altra per trovare calciatori e anche risorse finanziarie per il club di Via Magenta.

A riguardo arriva oggi una buona notizia per le aziende del gruppo Pulvirenti. Due importanti alberghi di Taormina. “Grand Hotel Mazzarò Sea Palace” e “Grand Hotel Atlantis Bay”, strutture di lusso di proprietà dell’imprenditore catanese, passeranno infatti in gestione per i prossimi anni ad Alpitour, società italiana che opera nel campo delle vacanze organizzate in tutto il mondo. Dal 2012 è stata rilevata dai fondi di private equity Wise Sgr e J. Hirsch & co., a cui si sono affiancati altri soci finanziari tra cui Network Capital Partners.

Le trattative tra la Platinum Hotels & Resorts Srl e Alpitour World Hotels & Resorts erano in atto ormai da tempo, come avevamo già anticipato a metà del mese scorso (clicca qui), ma l’accelerazione decisiva – riporta ‘Blog Taormina’ – si è registrata nelle ultime ore. Alpitour prende in affitto pluriennale i due alberghi tra i più rinomati della splendida cittadina in provincia di Messina.

Arriveranno, dunque, ingenti capitali (prima tranche dell’accordo pare si avvicini ai 4,5 milioni di euro) per la holding Finaria di cui fa parte anche il Calcio Catania. Probabile che, nel piano di rilancio più volte menzionato dall’amministratore delegato Pietro Lo Monaco, si inseriscono anche i fondi derivanti dall’affitto dei due alberghi sulla riviera jonica.

Potrebbe essere una piccola parte di questi fondi a finire nelle casse del Catania ma comunque sarebbe una grossa boccata d’ossigeno per il progetto di risanamento e rilancio che sta portando avanti l’ad. Pietro Lo Monaco.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy