Catania, Baldini studia il piano anti età per i playoff

Baldini alterna le forze per i playoff

di Redazione ITASportPress

Il Catania di Baldini è come il vino: più invecchia più diventa buono. Tre partite e tre vittorie per il nuovo allenatore che ha ottenuto 9 punti con l’usato sicuro. Il Catania con Baldini è invecchiato tra successi e gioie di una gestione tecnica avviata da circa tre settimane. La formazione rossazzurra, secondo quanto riporta il sito Transfermakt.it, ha l’età media più alta della Serie C Girone C: 28,2 anni dopo il Catanzaro (29,6), il Bari (29,2) e la Ternana (28,5).  L’età media è stata calcolata attraverso i minuti in campo dei giocatori. Le concorrenti per i playoff come Juve Stabia, Palermo e Foggia hanno una media più bassa. Per il Catania numeri alla mano, il fattore età potrebbe far sentire il suo peso nello sprint per la B nei play off. Una migliore gestione delle proprie forze è un fattore da tenere conto perché le sfide così tirate e vicine potrebbero alla lunga sottrarre energie fisiche e psicologiche alla squadra. Baldini si mostra attento nel bilanciare gli sforzi sul campo. Ieri contro la Viterbese ma anche nelle precedenti sfide il tecnico nella ripresa ha fatto ricorso alle sostituzioni. Qualcuno è uscito imbronciato dal campo tradendo la voglia primaria di restare in gioco sino all’ultimo. Ma Baldini deve confrontarsi con rischio di rimanere in riserva di carburante allo sprint delle partite più importanti. Calcolando proprio l’età media così elevata della propria squadra. A cominciare da quella di alcuni primattori. 

Tabella Transfermarkt età media per partita

 

VERSO I PLAYOFF – Nella rincorsa per agganciare quel quarto posto importante per i playoff, Baldini dovrà riequilibrare le fatiche in alcuni ruoli. La difesa si regge sui 36 anni di Claiton e sui 37 di Giosa. Il rinforzo di Tonucci non ha suscitato tanti consensi ma anche lui con i suoi 32 anni non è più giovane. A metà campo Baldini ha rispolverato il 38 enne Izco inquadrato in un reparto a tre con il 29enne Dall’Oglio e il 24enne Maldonado. In attacco la media si mantiene alta con Piccolo (32), Russotto (32), Reginaldo (37) e Sarao (31). Comunque vada questo campionato, per la prossima stagione serve ringiovanire la rosa con più elementi in ogni reparto. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy