Catania, calciomercato in stand-by. Tacopina mette in dubbio arrivo il 15 gennaio

Il club etneo non può procedere in acquisizione e attende gli sviluppi del passaggio di proprietà

di Redazione ITASportPress

Due uscite già ufficializzate per il Catania che ha ceduto Emmausso al Lecco e Gatto alla Cavese. La dirigenza rossazzurra in acquisizione procede a piccoli passi visto che l’attuale situazione societaria impone una entrata per ogni uscita. Ci sono già alcuni calciatori monitorati, ma si attende prima di addivenire alla conclusione dell’operazione. Il probabile nuovo presidente Joe Tacopina ha promesso di portare a Catania il centrocampista Zuculini ma il suo approdo a Torre del Grifo è subordinato alla chiusura della trattativa di acquisto del Calcio Catania tra il gruppo dell’avvocato newyorkese e la Sigi. E sempre che questo avvenga prima della conclusione del mercato di riparazione. L’attuale dirigenza tiene d’occhio il difensore classe ’96 Anton Kresic del Padova, in prestito dall’Atalanta. All’orizzonte c’è anche il ritorno di Andrea Russotto. Altro nome fatto è quello di Simone Sales 13 presenze con il Monopoli.

(Getty Images)

TACOPINA – Intanto è in forse l’arrivo il giorno 15 gennaio a Catania dell’avvocato italo-americano. Ai microfoni di Itasportpress il tycoon conferma che verrà se si addiverrà all’accordo con la Sigi per la firma del preliminare di vendita. Finora nulla di nuovo spiega Tacopina che fa sapere che la Sigi continua a cambiare le carte in tavola aumentando le pretese: “They keep saying they accept and then change it” sottolinea Tacopina che ha ammesso che l’accordo potrebbe saltare se si continua così. In merito alle voci di un contratto inviato ieri dagli Stati Uniti alla Sigi Tacopina a Itasportpress è stato lapidario: “Assolutamente no, nessun contratto abbiamo inviato a Catania”. La vicenda di questa trattativa di acquisto del Calcio Catania resta avvolta nel mistero.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy