Catania, due volate per cancellare il passato

Corsa contro il tempo per dare al club etneo una nuova dimensione

di Redazione ITASportPress

Tre vittorie consecutive in campionato, hanno ridato entusiasmo al Catania. L’arrivo di mister Francesco Baldini ha dato la classica scossa al gruppo che si era smarrito con Raffaele, perdendo anche l’identità. Il mese di aprile sarà determinante per la stagione del Catania. Dovranno arrivare risposte importanti dal campo ma anche dagli uffici di via Magenta. 

IN CAMPO – La volata playoff il Catania se la giocherà soprattutto sulle fasce. Perché è qui che negli ultimi due mesi qualcosa si è inceppato, ma Baldini ha piazzato il cambio di passo più significativo. I playoff si possono anche vincere ma a patto che si ricorra maggiormente all’utilizzo degli esterni. Ripescando una definizione abusata in circostanze simili, Baldini deve letteralmente allargare il campo. Le sensazioni raccolte dopo le prime tre partite della gestione di questo allenatore attendono di essere confermate dai numeri, ma la partenza è buona. Bisogna alzare la media cross a partita potendo sfruttare il gioco aereo dell’ariete Sarao. Statistiche alla mano gli etnei non sono la squadra che crossa di più in Serie C ma tallonano Ternana e Avellino spinti da Partipilo e del terzino irpino Fabio Tito, re in C con 10 assist. Calapai e Pinto devono avere più coraggio in questo rush finale.

 

NUOVO PENSIERO BALDINI – Non è un primato casuale quello della Ternana e dell’Avellino e non si può certo far scivolare il dato in cavalleria. Rappresenta uno degli indicatori che attestano con chiarezza il modo di pensare entrato nella testa di una squadra. Il Catania di Baldini deve maggiormente passare dalla vocazione del palleggio alla propensione verso un calcio verticale, nel quale gli esterni devono recitare un ruolo da protagonisti. Bisogna convincersi che le frecce rossazzurre comincino ad essere una fonte di gioco determinante che, in vista del rush finale che scatterà dal match contro il Potenza, potranno essere una solida arma in più.

Tacopina

L’ALA TACOPINA – Ma in fatto di volate sulla fascia c’è anche quella che si gioca negli uffici. I dirigenti del Catania sanno che il mese di aprile è cruciale per il futuro societario. Si attendono le risposte sulla riduzione del debito dall’Agenzia delle Entrate e dal Comune di Mascalucia. Nessuno dei dirigenti vuole fare previsioni ma traspare un cauto ottimismo, confermato a Itasportpress dall’avvocato Giovanni Ferrau’. Tacopina dagli Stati Uniti è pronto a scattare sulla fascia anche lui come Calapai e Pinto per prendersi il Catania. L’avvocato non è solo visto che dispone di assaltatori che sanno come sfondare sulle fasce. Non si sono tirati indietro mai. Lo ha detto Mister Tacopina. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy