ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Serie D

Catania, Ferraro”Sarà importante partire bene ma tutti devono sudare la maglia”

Catania, Ferraro”Sarà importante partire bene ma tutti devono sudare la maglia” - immagine 1
Ferraro day, il tecnico che dovrà riportare il Catania tra i professionisti oggi ha parlato ai tifosi

Redazione ITASportPress

Oggi è stato il Ferraro day. Il nuovo allenatore del Catania, Giovanni Ferraro al quale la dirigenza ha affidato l'incarico di responsabile tecnico della prima squadra dopo la fortunata esperienza al Giugliano, ha parlato della nuova stagione in Serie D nella sala congressuale del President Park Hotel. Con lui anche il vice presidente Vincenzo Grella, il dg Luca Carra e il ds Antonello Laneri. Queste le dichiarazioni raccolte da Itasportpress.it

Catania, Ferraro”Sarà importante partire bene ma tutti devono sudare la maglia”- immagine 2

RINGRAZIAMENTI E STAFF - Mister Ferraro ha presentato lo staff tecnico della prima squadra per la stagione sportiva 2022/23. "Voglio e devo ringraziare la società per avermi dato questa opportunità di allenare un grande club. Mi hanno trasmesso tutti una grande emozione e io spero di ricambiare la fiducia riposta in me. Mi sono sentito subito in debito per questa accoglienza, davvero emozionante. Il mio staff è composto dal vice Michele Zeoli, da Emanuele Catania e dal preparatore dei portieri Matteo Tomei. Catania è una città importante e siamo qui per portare il club tra i professionisti. La squadra sarà allestita dal direttore Laneri e io sono un allenatore che si adatta ai giocatori che ci sono in organico. Bisogna essere sempre concentrati perchè ogni domenica affronteremo squadre che vogliono batterci con tutte le loro forze. Conosco la categoria e mi sento pronto ad affrontare le difficoltà che troveremo".

CAMPIONATO - Sul torneo di Serie D Ferraro ha detto: "Sarà importante partire bene e tutti devono onorare e sudare la maglia del Catania. E' fondamentale il gruppo di calciatori e farò di tutto per coinvolgerli tutti perchè la stagione è lunga e ci sarà bisogno di tutto l'organico. Ho la fortuna di avere al mio fianco Marco Biagianti che è un uomo di calcio. Affronteremo squadra siciliane, calabresi e campane molto forti e bisogna allenarsi bene per le difficoltà che incontreremo la domenica. Io non sono sui social ma per me ci pensa mia figlia Caterina che mi tiene costantemente informato. Non preferisco ruoli specifici per gli under perchè se sono forti possono giocare ovunque. Bisogna avere calciatori bravi visto che a volte un under può condizionare la presenza di un over. Ci sarà Francesco Lodi che è un giocatore importante per il Catania e bisogna farlo sentire partecipe di questo progetto. Non ho chiesto calciatori del Giugliano al ds Laneri, se qualcuno verrà darà sicuramente il suo contributo alla causa".   

GRELLA - Il vice presidente ha ringraziato tutti e poi ha parlato di alcuni temi importanti: "Dopo tanta attesa abbiamo qui il ds Antonello Laneri, il tecnico Giovanni Ferraro e il nuovo tm. Marco Biagianti. Per gli allenamenti che prevedono la presenza dei tifosi ci stiamo organizzando. Per il settore giovanile stiamo redigendo un piano con Orazio Russo, che è il responsabile. A breve sarà annunciato lo staff. Partiremo con un settore giovanile snello ma presto spiegheremo i dettagli. Stiamo aspettando di avere i campi adatti per capire come muoversi".

CARRA - Il dg del Catania ha parlato di aspetti legati a campagna abbonamenti e maglie. "A livello operativo abbiamo fatto tante cose. La campagna abbonamenti partirà dopo aver saputo la tempistica dei lavori del Massimino. La presentazione delle maglia avverrà entro fine agosto. Per far trasmettere le partite del Catania in tv c'è bisogno di un accordo con la Lega Nazionale Dilettanti. Ci stiamo lavorando per raggiungere una intesa".

CANIGLIA -  Giovanni Caniglia, braccio destro di Ross Pelligra ha parlato dello stadio: "Vorremmo diverse infrastrutture sportive per il Catania ma per Torre del Grifo c'è di mezzo la curatela. Stiamo dialogando con loro. Per lo stadio sappiamo che ci sono dei lavori e noi come gruppo spingeremo per dare un sostegno per il progetto "Massimino". Noi vorremo andare in Serie A e stiamo investendo tanto anche in Sicilia con tanti progetti e non ci spaventa la burocrazia. Il calcio italiano ha bisogno di infrastrutture innovative e ci appoggeremo su nuovi progetti così come ci ha detto a Varese il ministro Giorgetti".