ITA Sport Press
I migliori video scelti dal nostro canale

Esclusiva

Catania, Gasparin a ISP: “Fondi esteri interessati al club”

Getty Images

L'ex dg ha parlato ai microfoni di Itasportpress sulla vicenda Catania

Redazione ITASportPress

Sono ancora poco chiare le cause della separazione nel 2013 tra il Catania e l'ex dg Sergio Gasparin, dirigente che è molto stimato dai tifosi per aver fatto molto bene in quella stagione culminata con il record di punti in Serie A con Maran in panchina. "E' legittimo che il Pulvirenti decida di cambiare qualcosa nella struttura organizzativa - disse Gasparin in una conferenza stampa convocata in un hotel del capoluogo etneo - ma lo è altrettanto che un dirigente con oltre vent'anni di esperienza ritenga di non condividere questa decisione. A mio avviso esisteva già un assetto perfettamente collaudato da riconfermare in blocco, anche alla luce degli ottimi risultati raggiunti in questa stagione agonistica". Gasparin è un dirigente molto stimato anche se per scelta ha preferito dedicarsi alle sue aziende piuttosto che occuparsi di calcio. In merito alle vicende attuali del Catania, club dichiarato fallito lo scorso 22 dicembre, la redazione di ItaSportPress.it ha intervistato in esclusiva proprio l'ex dg Sergio Gasparin.

Cosa ha provato, da ex dg degli etnei, il 22 dicembre?

Un profondo senso di amarezza e dispiacere. A Catania ho trascorso un anno straordinario, non solo per il migliore risultato della storia rossoazzurra in serie A, ma soprattutto per il rapporto con la gente catanese e con i miei collaboratori. Peccato che “qualcuno” abbia distrutto quel progetto vincente”.

Ora cosa accadrà? Si aspetta acquirenti esteri?

“Con l’azzeramento della pesantissima situazione debitoria precedente, Catania può divenire estremamente interessante per chi decida di investire su un progetto importante e vincente. In questo contesto ovviamente i fondi esteri sono interessati al club”.

 (Getty Images)

 

tutte le notizie di